Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Scienza e Salute

Il convegno internazionale di Montesilvano “L'uomo multidimensionale”

Alcune considerazioni sul paranormale con il dottor Nicola Cutolo

9 Maggio
11:00 2015

 Sono anni ormai che il cosiddetto “mondo del paranormale” viene indagato per cercare la prova definitiva della sua reale efficacia. Tale studio è affiancato alla  ricerca di personaggi davvero convincenti, che siano in grado di smentire, o almeno contrastare, lo scetticismo che intorno a queste manifestazioni è sempre presente, complice uno scetticismo opposto da una scienza ufficiale che pretende prove in effetti difficili da fornire, di fronte alle  cronache delle tante esperienze riferite che andrebbero analizzate con mente aperta e senza pregiudizi.  

  Proprio per fare luce su una tematica così complessa, a Pescara, nei giorni  23-24-25 e 26 Aprile scorso si è tenuto il convegno internazionale “L'Uomo Multidimensionale” che ha visto relatori di fama alternarsi per quattro giorni di fronte ad una platea di circa 700 persone per dibattere la tematica della componente spirituale dell'uomo e tutte le possibilità a questa connesse  di cui dispone l'essere umano. Il convegno è stato organizzato  dal Dr. Nicola Cutolo,  considerato da oltre vent’anni un punto di riferimento per gli studiosi ed i ricercatori dello Spirito. L'avevo conosciuto mesi or sono ad un convegno in cui si trattavano le stesse tematiche, a Borgaro Torinese. Ora lo incontro con più calma con la possibilità  ed il privilegio di essere ricevuto da lui e di potergli parlare in privato.

Sono incuriosito ed intimidito dalla sua fama. Nicola Cutolo è noto per essere stato un sensitivo degno di nota; è il pioniere di una nuova scienza che a volte mostra opportunità inspiegabili ai pur bravi ricercatori ortodossi delle facoltà universitarie. La sua vita appare straordinaria fin dalla più giovane età, è infatti un individuo in possesso di un ampio spettro di quelle facoltà definite paranormali, tutte attive in lui in modo mirabile. A differenza di altri personaggi con analoghe caratteristiche, in Nicola Cutolo coesistono  infatti ottime capacità di chiaroveggenza, premonizione, psicocinesi e telepatia. Queste facoltà potenziano le sue indiscusse capacità bioterapeutiche , rendendolo un guaritore di grande efficacia.

La serietà del personaggio è provata dall'aver sempre voluto dimostrare la sua assoluta buona fede, evitando di nascondersi di fronte a studiosi convenzionali, accettando sempre di sottoporsi a ricerche cliniche e scienti?che che prevedono test effettuati secondo metodologie strumentali classiche, offrendosi volontariamente  come cavia in tutte le  occasioni  in cui le sue facoltà si sono manifestate.

E' il fondatore dell’Associazione Italiana per le Ricerche Parapsichiche e Bioenergetiche, un instancabile collaboratore dei principali Istituti di Ricerca internazionali sui fenomeni paranormali. Efficiente organizzatore di  convegni in Italia, ha partecipato all’Estero come Relatore nelle principali Conferenze Internazionali sulla Parapsicologia e sull’Energia Vitale. Gli chiedo in che modo si definirebbe: “ Sono semplicemente una persona che si pone delle domande e che, sulla base dei quesiti che mi pongo, cerco di svolgere  da molti anni un’intensa e appassionata attività che possa essere utile  a portare alla luce e a far conoscere al mondo, tutte le manifestazioni e le prove dell’esistenza di una dimensione da cui siamo circondati , un vero e proprio mondo oltre il normale”.

Sorride mentre rammenta  la sua esperienza fra le mura ospedaliere quando, negli anni  tra il 1978 e 1979, fu chiamato come collaboratore, in via sperimentale dal dr. Elio di Pergola, primario di Medicina Generale dell’Ospedale Regionale “Di Venere” a Bari.  Il dr. Cutolo  ebbe allora  la possibilità di restare a fianco di un medico illuminato, desideroso di sperimentare vie alternative alla medicina classica, utilizzando la propria energia vitale per offrire conforto ai pazienti sofferenti, senza l'utilizzo di farmaci.  Sperimentate e verificate le sue dichiarate qualità di guaritore pranoterapeuta – sotto la supervisione del primario stesso e di una equipe di medici, il  dr. Di Pergola ed i componenti dell’equipe, hanno rilasciato al dr. Cutolo  attestati e  dichiarazioni giurate, e firmate, tutte consultabili,  che provano  i risultati  positivi degli   esperimenti terapeutici, condotti sotto stretto controllo di validi specialisti.

E' al corrente di studi analoghi ai suoi, tentati in altri ospedali,ma interrotti per paura dei millantatori che,  secondo persone poco fiduciose, avrebber inficiare i risultati. “Di certo sarebbe doveroso aspettare e valutare qualche risultato con una commissione di medici “ad hoc”” mi dice il dr Cutolo, che rimane   in costante contatto con illustri scienziati e parapsicologi. Tra questi mi cita il dr. Bender, il dr. Schneider dell’Università di Friburgo, in  Germania e  il dr. Popp dell’Istituto Internazionale di Biofisica di Kasierslautern, anch'egli in Germania. Illustri studiosi di chiara fama, più volte, ne hanno sperimentato e ufficialmente attestato in laboratorio, l'indubbia validità del suo modo di operare, ai confini della Scienza ufficiale.

Tra le altre prove delle sue capacità, il dr Cutolo ha effettuato due esperimenti in Germania: in uno ha prodotto uno spostamento dell'ago di una bussola (sotto diretto controllo di ufficiali della Polizia e della Marina Militare tedesca) e nell'altro, presso l'Istituto Internazionale di Biofisica, facendo accertare e misurare, tramite un rilevatore di luce residua, che le sue mani emettevano energia fotonica (bioluminescenza), assente o quasi nelle persone normali. Il dr Cutolo sostiene che è questa energia quella responsabile dell'effetto terapeutico, tante volte riscontrato durante i numerosi trattamenti di pranoterapia.

Il termine pranoterapia deriva dal sanscrito “prana”. Il suo significato è quello di soffio vitale. Lo scambio di energie dal guaritore al malato, avviene  attraverso l'imposizione delle mani sulla parte del corpo interessata dalla patologia. Il  pranoterapeuta sostiene di trasmettere un'energia guaritrice: è una pratica che in molti ospedali esteri è già considerata e accettata come terapia accanto alla medicina ufficiale, ma che in Italia non ha mai avuto riconoscimento.

Di norma, il pranoterapeuta scopre il suo dono  per caso. Può succedere ad esempio che la sua semplice vicinanza accanto ad una persona sofferente possa essere di aiuto nel lenire un fastidio.  Sono molti i pazienti che possono riferire della guarigione ottenuta grazie a tale metodica. Purtroppo non esistono ancora prove certe ed  il problema di fondo è che sono ancora state chiarite in maniera certa in quale modo ed in virtù di cosa, la guarigione possa avvenire. In altre nazioni può succedere che per alcune patologie, siano gli stessi medici  a suggerire ai malati di provare con la pranoterapi

Nel corso  del 21° convegno internazionale di parapsicologia, svoltosi nella elegante cornice del Grand hotel di Montesilvano,  si è parlato dei vari temi legati all'«uomo multidimensionale».

Si sono scambiate esperienze e sono state esaminate e ricercate le prove delle facoltà latenti dell'essere umano con cui sarebbe possibile espandere gli usuali  confini della mente,  di fronte ad un pubblico che ha, per quattro giorni , dalla mattina fino a tarda sera, stipato l'ampia sala dell'hotel senza perdere una battuta degli ospiti, specie queli più noti, come il professor Moody, conosciuto per le sue ricerche sulla NDE, le esperienze di pre morte che l'hanno reso famoso nel mondo intero gettando nuova luce su una manifestazione che accomuna l'umanità intera .

 

 

 

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus