Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Scienza e Salute

Torino - Tredicesima giornata mondiale contro l'ipertensione arteriosa

Liliana Carbone per Civico20News

L'ospedale Molinette di Torino
17 Maggio
09:30 2017

 Solo un iperteso su tre si cura adeguatamente. E’ l’allarme lanciato dalla Società italiana dell’Ipertensione arteriosa (Siia) in occasione della 13esima giornata mondiale contro l'ipertensione arteriosa intitolata “Impara a conoscere la tua pressione”, in programma oggi 17 maggio con visite e controlli gratuiti.

Questa giornata nasce tredici anni fa per sensibilizzare la popolazione sulla necessità di non sottovalutare una condizione clinica che in Italia interessa oltre il 30% degli adulti ed è la principale causa delle malattie cardiovascolari, quali infarto del miocardio, ictus cerebrale, scompenso cardiaco, che provocano 240 mila morti all'anno, pari al 40% di tutte le cause di morte. Senza contare che l’ipertensione arteriosa predispone anche allo sviluppo di malattie renali, di demenza e di nuovi casi di diabete. 

"Nonostante questi dati allarmanti - spiega il dottor Claudio Pascale, presidente della sezione Piemonte Liguria Valle d'Aosta della Siia - solo un iperteso su tre si cura adeguatamente. Molti pazienti, pur sapendo di essere ipertesi, non si curano o lo fanno in modo discontinuo e male. Altri neppure sanno di esserlo, poiché lo stato ipertensivo non dà segni premonitori, e se ne accorgono solo quando compare una complicanza in genere grave".  

Per oggi la Siia ha predisposto anche in Piemonte varie postazioni dove sarà distribuito materiale informativo (scaricabile anche dal sito www.siia.it); in alcuni punti di particolare afflusso, specialisti misureranno gratuitamente la pressione e valuteranno il profilo di rischio cardiovascolare.

Visite gratuite anche all’ospedale Molinette. L’appuntamento è in corso oggi, dalle 9 fino alle 16, presso la postazione gazebo, dove i medici del Centro per la diagnosi e la terapia dell'ipertensione arteriosa della medicina interna 4 universitaria, diretta dal professor Franco Veglio, offriranno ai cittadini un controllo gratuito della pressione arteriosa e forniranno indicazioni e informazioni per sensibilizzarli sul controllo dell'ipertensione, con il prezioso contributo della Croce Rossa Italiana.  

Circa il 30% degli italiani, circa 15 milioni di persone, soffre di ipertensione arteriosa. Secondo gli esperti il rischio cardiovascolare aumenta al punto da giustificare un intervento terapeutico, anche farmacologico, in presenza di valori di pressione pari o superiori a 140 per quanto riguarda la “massima” e/o pari o superiori a 90 per quanto riguarda la “minima”. Obiettivo della cura dell'ipertensione arteriosa è la riduzione dei valori pressori e del rischio di ammalarsi di malattie cardiovascolari.

La riduzione della pressione può essere ottenuta con farmaci e con opportuni provvedimenti igienico-dietetici. Le misure igienico–dietetiche prevedono l'aumento dell'attività fisica (camminare, andare in bicicletta, palestra), la riduzione del peso corporeo con una adeguata dieta ipocalorica nel caso di obesità e la riduzione del consumo di sale con i cibi e l'utilizzo di cibi sani. Questi provvedimenti richiedono un costante impegno ma hanno effetti vantaggiosi a lungo termine anche su altri fattori di rischio spesso associati all'ipertensione come l'obesità, l'ipercolesterolemia ed il diabete.

 

Liliana Carbone

 

 

 

Condividi l'articolo

Articolo riportato da

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus