Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura

Appuntamento con il libro d'arte presso l'Accademia Albertina di Torino

1000 libri & l'avventurosa vita di Paola Gribaudo, una torinese ambasciatrice di cultura nel mondo e talento dell'arte grafica

18 Maggio
16:39 2017

Martedì 30 maggio 2017, alle ore 18, presso il Salone d'Onore dell’Accademia Albertina di Torino verrà presentato: "Paola Gribaudo Mille di questi libri", un volume colto, intriso di metafore e di riferimenti storici, un inno alla stampa d’altri tempi e quasi "vivente" già dalla prefazione di Eugenio Alberti Schatz. Un'avvincente cronistoria, un bel momento d'incontro per un meritato tributo nei confronti di una donna ambasciatrice di cultura e di operaività torinese in ogni angolo del mondo.

Si tratta di una biografia magistralmente stesa da Barbara Tutino, un racconto da gustare fino in fondo che raccoglie i momenti salienti di una storia nata a Torino, che si snoda tra Parigi e Londra, San Pietroburgo e New York, senza trascurare buona parte del resto del mondo. Un susseguirsi d’incontri con personaggi eccezionali che si svolge e si anima tra il profumo dei musei e divertenti aneddoti nell’atelier del padre, tra voli sui cieli della Patagonia e tante altre vicende di una protagonista singolare e sorprendente. Una storia degna d’un Ministro della Cultura che così, forse al nostro Paese, è sempre un po' mancato.

Oggi Paola Gribaudo è un’elegante e raffinata signora che, senza retorica, è un punto di riferimento d’eccellenza per l'editoria d'arte, ma non solo. Non poteva essere altrimenti.

Nata 57 anni fa, primogenita di una famiglia che ha come patriarca l'eclettica e prorompente figura di Ezio Gribaudo, uno dei maggiori esponenti dell'arte contemporanea, editore, pioniere dell’arte grafica e rinomato collezionista, Paola aveva il percorso segnato.


Già da bambina a contatto con i più grandi Maestri dell’arte contemporanea ospitati nel fantastico atelier del padre, cresciuta tra il fascino dei pennelli, il fruscio della carta e il profumo dell’inchiostro, prima ancora di terminare l’università, nel 1981 Paola "fabbricava" il primo di quelli che sarebbero diventati mille libri.

Forse sono proprio loro i veri attori di questa storia, i libri, ognuno di essi metafora di una genesi, arte nell'arte di un'altra creatività, la capacità di accompagnare il pensiero oltre lo sguardo, tra catene di frasi sapientemente poggiate accanto a immagini che rendono viva la carta e il suo millenario ruolo: tramandare agli uomini le icone della loro storia.  

L'arte di fabbricare un libro ha le sue antiche regole e Paola Gribaudo le conosce tutte. In questo volume se ne descrive l'abilità e la competenza nella cura del connubio tra il racconto e le opere degli artisti, siano esse fotografie d'autore, astratti di Kandinsky, incisioni di Matisse, giocose rotondità di Botero o vetrate di Chagall. 

Tra le sue innumerevoli, prestigiose pubblicazioni, Paola Gribaudo ha rivolto la sua attenzione anche verso volti meno noti, raccolti in una collana dal titolo significativo: "disegnodiverso". Piccoli gioielli accessibili a tutti, nei quali la curatrice ha condiviso la sua esperienza, facendosi a sua volta "maestro" di quelle tante malizie che trasformano in "opere" anche i libri d'arte. Un aspetto lungimirante e filantropico di Paola Gribaudo, sempre capace di inventarsi piccole e grandi novità, come i "taccuini di viaggio", i libri di poesie e i simpatici calendarietti monografici; originali, minuti capolavori d'arte tipografica.

Aneddoti estrapolati dalla mirabolante storia di una donna torinese, insignita nel 2011 del titolo di Chevalier de l’Ordre d’Arts et des Lettres de la Republique française, da parte del Ministro della Cultura Fréderic Mitterrand; un riconoscimento tra i tanti.

Continuando a inoltrarsi nella biografia dei 30 anni del suo operato, ci si troverà sorpresi nel trovarla ad ogni giro di pagina, accanto ai più inaspettati personaggi del panorama internazionale, da Arthur Miller a Vladimir Putin, così come avvolta in situazioni dal frizzante sapore bohemienne.

Infine, come giusto coronamento di un lavoro d'eccellenza artigianale della "Ambasciatrice del libro d'Arte", paragonabile a quello dei più quotati stilisti italiani, dopo le tante gratificazioni ottenute lontano dall'ombra della Mole, nel dicembre del 2016, Torino ha colmato la lacuna con un prestigioso premio sabaudo, il  riconoscimento di: Accademico d'Onore presso l'Accademia Albertina di belle arti di Torino.

Inoltrarsi tra le pagine di "Paola Gribaudo Mille di questi libri", è dunque un funambolico percorso di vita e di storia che si snoda danzando in punta di piedi e svelandosi in capitoli che si aprono l'uno all'altro come una sequenza di matriosche, un raffinato volumetto di 80 pagine arricchite con suggestive immagini in elegante bianco e nero. Impedibile per chi ama lasciarsi catturare da certe inconsuete vicende e dalle delicate atmosfere che scivoleranno pian piano anche nelle più intime debolezze di una femminile sfera interiore.

I motivi per  esserci e rendere omaggio alla presentazione di "Paola Gribaudo Mille di questi libri", per tutti i buongustai "artisti della lettura", sono certamente 1000 più qualcuno.

Il 30 maggio è alle porte: via dell'Accademia Albertina, 8; h 18.

 

Per tutti gli interessati al libro d'arte che non possono intervenire, il volume è disponibile presso il sito Skira oppure la libreria OOLP di Torino

 

 

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus