Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura e Spettacolo

Allo Sporting Club di Torino l'analisi di un possibile significato alternativo della Divina Commedia con Giancarlo Guerreri e l'interessante progetto di Alberto Casale

17 Giugno
13:00 2017

ERH4T4Giancarlo Guerreri è un biologo che oltre ad esercitare tale professione, si occupa da sempre di esoterismo e di cultura esoterica. E' un erudito a cui piace proporre vie di comprensione alternative, tali da riuscire ad annullare l'apparente contraddizione fra le discipline scientifiche; scrive inoltre splendide sceneggiature ed ha prodotto una cospicua serie di romanzi storici, oltre che  filosofici, che hanno riscosso un ottimo successo.

Nella stupenda cornice dello Sporting Club di Torino, in corso Agnelli 45 Guerreri ha illustrato, nel corso di una brillante conferenza, intriganti e anticonvenzionali teorie relative ai  versi di Dante e dei Fedeli d'Amore, dopo  essere stato presentato da Alberto Casale, esponente di spicco di "The Club", un gruppo di persone che gravitano in varie associazioni, o enti, caratterizzate  da una forte connotazione filantropica e di libero pensiero.

L'argomento trattato da Guerreri è capace  di appassionare e far riflettere nelle sue varie sfumature la possibilità che le opere del sommo poeta presentino  differenti significati, specie quelli più occulti, che si possono celare in quelle che sembrano pure dichiarazioni nei confronti della donna amata.  Dante non è stato solo un immenso Poeta, è stato anche un grande Iniziato. Alcuni studiosi, particolarmente attenti come Gabriele Rossetti, Giovanni Pascoli, Ugo Foscolo, René Guenon e Luigi Valli hanno ipotizzato qualcosa di diverso, hanno ipotizzato alcuni aspetti di Dante da cui emerge un ritratto assai diverso, una sua interpretazione  molto più originale…

Dante viene dipinto come un eretico, un eretico della Setta segreta dei Fedeli d’Amore,JU566  trovatori nati in Provenza e dopo la strage degli Albigesi fuggiti in Sicilia,dove diedero vita alle Corti d’Amore, mentre  Guido Guininzelli fondava  a Bologna una Setta: la Sapienza Santa. Quest'ultimo, contunua Guerreri,  è anche ideatore del Linguaggio Anfibologico a chiave segreta; a Firenze Guido Cavalcanti crea il Dolce Stil Novo, tipico tdei Fedeli d' Amore, un linguaggio amoroso anfibologico, ovvero che nasconde un  doppio significato.

Ed è proprio Dante stesso che sottolinea questo aspetto con i suoi versi :

 “0 voi ch’ avete gl’intelletti sani,

Mirate la dottrina che s’asconde

Sotto il velame delli versi strani!“

Durante l'esposizione delle teorie, Guerreri è stato affiancato dal bravo  Roberto Briatta, noto libraio torinese , personaggio brillante ed eclettico, che ha lavorato come attore con Edmo  Fenoglio e  Giulio Graglia, in teatro con Paolo Trenta, nel gruppo Artisti Associati,  con Anna Cuculo e con molte altre interessanti realtà artistiche piemontesi.  Briatta dirige anche spettacoli tra cui "Vite private" di Noel Coward e "Metti una sera a cena" di Patroni Griffi fresco di allestimento.

Nel corso della serata, Cinzia Orange, studiosa di lingue e letteratura, amante dell'arte e di musica, cantante e attrice, ha recitato alcune  terzine impegnative alternandosi a Roberta Provenzale, architetto, disegnatrice e attrice formatasi al Teatro Nuovo, al "Teatro Delle Dieci", attualmente impegnata a presiedere la compagnia "Zenzero e Peperoncino".  Ilaria Pisacane,  musicista,  invece ha  accompagnato le parole di Giancarlo Guerrieri,  suonando magistralmente il flauto. 

wyryrrL'evento, organizzato da Alberto Casale, presidente  di "The Club",  un modello di interazione fra persone nato dall'esigenza di unire gruppi appartenenti a varie associazioni, o enti che abbiano una forte connotazione filantropica,  con il fine di presentare e dare vita ad un progetto innovativo: quello di unire anziani e bambini ed anche animali, in un unica struttura. Un'intuizione sicuramente originale, da realizzare empaticamete, cercando di interpretare tutto quello che è stato fino ad ora proposto, sempre con il desiderio e l'obbiettivo di condividere il progetto.

Sono assai numerose le persone che stanno fornendo  un valido aiuto, ha affermato Casale,  sottolineando  che, parallelamente a questa attività di organizzazione di eventi di The Club, è progredito un tavolo di lavoro composto da professionisti utili al progetto. Questo tavolo ha concluso una prima fase a dicembre, in cui c'è stata una presentazione del progetto da un punto di vista formale e,  da Natale in poi, è iniziato il lavoro nella sua concretezza,con l'impegno di  incrementare la  risonanza mediatica, ragion per cui sono stati coinvolti personaggi torinesi ben conosciuti quali Alessandro Meluzzi, Bruno Gambarotta e Diego Casale.

afaaaNella sostanza si tratta di realizzare un  progetto da 6000 metri quadrati,  oltre ad un'ampia area verde con l'innovativo intento di unire asili e case di riposo, volendo apportare una serie di inediti e incredibili benefici, sia agli anziani che ai bambini. In America, nei luoghi in cui questo è stato realizzato, non vi compare la noia.  Due generazioni vengono prese in considerazione, tutelate  e curate allo stesso modo, con la volontà di dare vita ad una unione fra la  popolazione più giovane e quella più anziana.

Lo scambio intergenerazionale influisce sui diversi aspetti caratteriali dei bambini: è stato provato che migliora la gestione dell'ansia, l'autostima e lo sviluppo sociale mentre, per gli anziani, rallenta il declino fisico e mentale e la persona priva di affetti, patisce meno la solitudine che può essere letale come il fumare 15 sigarette al giorno. Negli Stati Uniti ci sono ormai oltre 500 case di riposo che svolgono attività intergenerazionali ed è assodato che unire generazioni così distanti fra loro, può portare benefici all'intera comunità.  Gli aspetti filantropici sono due: il primo,  e più importante,  è quello di creare posti di lavoro.

L'altro è quello di offrire la possibilità a chi non può usufruire di questo tipo di servizi,  di potervi comunque accedere, così il 70% degli ospiti anziani pagherà la quota intera, offrendo  la possibilità di poter ospitare  il 30% di persone indigenti. Questo vale anche per i bambini,  ed è l'aspetto filantropico più importante.

sfjjkSi è trattato dunque  di una serata preziosa per chi ama accrescere la propria conoscenza, nell'ottica di un miglioramento personale. Un incontro  all'insegna  dell'Arte, della Recitazione e della Musica.  Le numerose persone intervenute hanno avuto la possibilità, grazie ad uno studioso qualificato come Giancarlo Guerreri, di avere una visione di Dante completamente diversa rispetto a quello che abbiamo letto e studiato sui banchi di scuola. Sono stati forniti spunti in grado di creare un'immagine di Dante "altro" che potrebbe celare un grande mistero, ed essere ben di più, rispetto a quanto attualmente sappiamo.

Un incontro, suggellato dai prolungati applausi dei numerosi presenti,  in cui si è venuti anche a conoscenza della possibilità di regalare una vita migliore agli anziani, ed anche ai bambini, grazie al dono dell'esperienza che, solo chi ha vissuto per intero la propria  vita, può regalare a chi si prepara ad affrontarla forte di  una possibilità in più, rispetto alle generazioni da cui è stato preceduto.

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus