Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Video dal web

Herbert Kilpin, il lord del Toro e del Milan

Victor Vegan intervista Helen Stirland, di Nottingham, pronipote di questo personaggio inglese tanto importante per la nascita del calcio torinese e italiano

31 Luglio
10:00 2017

A febbraio di quest’anno ho dato notizia dell’inizio delle riprese della nuova docu-fiction “Da dove tutto ebbe inizio” del regista Victor Vegan, che narra gli albori del calcio inglese, dallo Sheffield F.C. al Wanderers, passando per Notthingham, Corinthian-Casuals, e di quello torinese.

Per considerare questo capitolo di storia, poco conosciuto, spesso ricostruito in modo approssimativo e sul quale si ripetono, per copia-incolla, inesattezze ormai consolidate, Victor ha condotto ricerche in modo autonomo, anche in Inghilterra, ed ha consultato archivi familiari fino ad ora insondati ed ascoltato testimonianze di familiari di alcuni protagonisti.

Personaggio molto importante di questa vicenda è Herbert Kilpin: contribuisce ad insegnare il football dalle regole inglesi a Edoardo Bosio, torinese di adozione di origini svizzere, nel 1891 a Torino nell’International Football, squadra nata dalla fusione delle prime due compagini antecedenti, il Football & Cricket e la Nobili, poi si trasferisce a Milano. Tutto questo è già stato raccontato nel mio articolo “Da dove tutto ebbe inizio”, nuovo film di Victor Vegan” del 14 giugno di quest’anno.

In questi giorni, Victor Vegan ha ricevuto a Torino la visita della coppia Helen e Roger Stirland, provenienti da Nottingham, città calcisticamente gemella di Torino: Helen è la pronipote di Herbert Kilpin e desiderava conoscere i luoghi dove il suo antenato aveva vissuto prima del suo trasferimento a Milano.

Scortata da Victor Vegan, Helen ha visitato lo stadio Filadelfia, che sta ritornando ad essere la casa dei granata sotto la direzione di Antonio Comi il quale ha fatto gli onori di casa: ha accompagnato la signora nel “Piazzale della Memoria” e nel campo principale. Poi, sugli spalti della tribuna centrale, Helen è stata intervistata da Victor Vegan.

Victor (V.) - È un grande onore avere qui oggi a Torino la pronipote dell'uomo che insegnò ad Edoardo Bosio ed al duca degli Abruzzi (il riferimento è a S.A.R. Luigi Amedeo di Savoia) a giocare al football nell'ultima decade. Bosio e il duca furono i primi pionieri del football nel 1887 e nel 1889 ma solo quando Herbert Kilpin si unì a loro e fondò nel 1891 l'International F.C. Si poté parlare seriamente di calcio. Lei è Helen Stirland e viene da Nottingham.

Quando esattamente ha scoperto di esserne parente e cosa ha pensato?

 

Helen (H.) - Beh l'abbiamo scoperto nel 1990 ed è stato straordinario quello che ha fatto quando venne in Italia e che nessun altro l'aveva preceduto nel calcio.

Giocò nell'International di Torino quando arrivò per molti anni.

 

V. - Quindi quali emozioni dopo aver saputo che ha fondato due società sportive, prima il Toro e poi il Milan?

 

H. - Sono molto fiera e molto sorpresa ed è meraviglioso che si sia fatto conoscere prima qui che nel Regno Unito e per quanto da lui raggiunto in quei tempi precoci.

 

V. - Così pensa che la gente possa avere ancora oggi questa sua mentalità e conservarla per sempre?

 

H. - Sì, il suo entusiasmo e il suo impegno nel calcio in Italia fu encomiabile.

 

V. - Allora lei ora ama tutte e due le squadre ovvero il Toro ed il Milan?

 

H. - Sì (ride compiaciuta) 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus