Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Lettere al Direttore

Volpiano(TO) - La crisi industriale colpisce ogni settore

In Italia anche le Case Mobili sono un problema

6 Agosto
12:00 2017

Egregio Direttore,

nei campeggi francesi le "Case Mobili" con le ruote sono una normale presenza per i turisti.  Negli USA tante persone vivono nei camper o nelle case mobili senza tanti problemi. 

A Volpiano (TO) esisteva una ditta che fabbricava "Case Mobili" , ma ha dovuto chiudere lo stabilimento perchè nel nostro Paese, pieno di case abusive, le case su due ruote vengono classificate come strutture abitabili che necessitano di autorizzazione edilizia e terreno edificabile! 

Ma non basta.

Sempre a Volpiano sta per chiudere la Comital , storica azienda che produce carta-alluminio e carta-forno, ma anche quei contenitori per conservare il cibo.

Così anche la Comital di Volpiano finirà nel grande cimitero di aziende chiuse, anzi morte!  Un cimitero che aumenta con tante persone che perdono stipendio e lavoro, mentre i politici fanno finta di non vedere queste cose!

Se i migranti sono una "risorsa" , i lavoratori senza lavoro cosa sono? 

Una domanda che merita della risposte che NON arriveranno!

 

Marino Domenico

 

.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

 

Carissimo Sig. Bertolino,

le "stranezze" del nostro paese sono infinite, ma si possono ricondurre ad un unico filo conduttore: la ricerca esasperata di denaro per fa fronte alle spese istituzionali, quelle che soffocano e producono danni irreversibili nel mondo dell'economia generale.

Ecco perchè si constata un accanimento terapeutico verso quei settori che devono produrre sostegno non solo a se stessi ed alle relative maestranze, bensì vengono messi nelle condizioni che sfociano nella chiusura con le conseguenze all'ordine del giorno.

E chi ne fa le spese è ancora la classe media, quella che ha sempre "tenuto su la baracca", che oggi si trova a non poter più sostenere costi che sono al di sopra dei ricavi; e non parlo di guadagni, logico scopo di una qualsiasi forma imprenditoriale.

Le "nuove risorse", a quanto dicono i soloni dell'economia e della finanza italiana, sono quelle che sostengono il sistema pensionistico: in proposito, non faccio commenti.

Si continua a cercare il posto di lavoro senza pensare a nuovi lavori che assorbano mano d'opera qualificata e generica sì da consentire la vita dignitosa a tutti.

Ma forse ciò, per chi decide, non produce "reddito elettorale" e quindi non viene preso in esame con la dovuta determinazione.

Mi viene da pensare alla salvaguardia del territorio trascurata a "vantaggio" delle calamità; meglio costruire un cavalcavia che finisce in un prato, ma porta "consensi": presenti e futuri.

 


      Civico20 News    

Il Direttore responsabile                                   

      Massimo Calleri     

 

Condividi l'articolo

Rubrica di

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus