Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Internazionale

Pyongyang valuta un attacco in territorio Usa a Guam.

E' riuscita a produrre con successo una testata nucleare miniaturizzata. Trump: basta escalation o la risposta sarà "fuoco e furia".

9 Agosto
07:28 2017

La Corea del Nord starebbe “considerando” un piano per colpire il territorio statunitense di Guam, secondo quanto riportano i media internazionali citando fonti militari di Pyongyang.

Il senatore repubblicano John McCain torna a contestare il presidente americano Donald Trump, questa volta sulla minaccia di “fuoco e furia” nella risposta americana “se la Corea del Nord continuerà con l’escalation della minaccia nucleare”, perché ritiene che non aiuti a stemperare le tensioni. “Obietto alle parole del presidente, perché bisogna essere sicuri si possa fare quanto si dice”, ha spiegato McCain.

“Se la Corea del Nord continuerà con l’escalation della minaccia nucleare la risposta americana sarà fuoco e furia, come il mondo non ha mai visto”: lo ha detto il presidente Usa Donald Trump

La dichiarazione arriva dopo le ultime informazioni, secondo cui la Corea del Nord è riuscita a produrre con successo una testata nucleare miniaturizzata, entrando in una nuova fase del suo programma atomico. Lo affermano fonti dell’intelligence Usa citate dal Washington Post e un rapporto del ministero della difesa giapponese ripreso dalla Nbc. Si tratta di un passaggio chiave – spiegano gli esperti – sulla strada che sta portando Pyongyang a diventare una potenza nucleare a pieno titolo. 

La Corea del Nord ha caricato due missili anti-nave su un vascello da pattugliamento. Lo riferisce la Fox: il dispiegamento dei missili, il primo dal 2014 a questa parte, è stato individuato “dai satelliti spia americani”, scrive l’emittente. La Corea del Nord, alcuni giorni fa, ha caricato due missili anti-nave ‘Stormpetrel’ su un vascello nella zona della costa orientale, precisa la Fox.

ANSA

Condividi l'articolo

Articolo riportato da

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus