Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Torino

Torino, quando l'aereo per le vacanze non è pronto

Spiacevole scoperta per i 200 passeggeri che da Caselle dovevano raggiungere la Sardegna

10 Agosto
15:00 2017

Esperienza decisamente da dimenticare per circa 200 persone, intente ad imbarcarsi dall'aereporto di Torino destinazione Sardegna. L'esercito dei vacanzieri, infatti, doveva imbarcarsi su un volo Meridiana la cui partenza era prevista nella tarda mattinata di martedì, più precisamente alle 11:15.

Fin qui tutto tranquillo, tranne poi fare l'amara scoperta: al momento della registrazione, i passeggeri hanno scoperto che il veivolo della Meridiana non era disponibile. Leggittima quindi la rabbia che, in breve istanti, ha iniziato a serpeggiare tra gli sfortunati aspiranti vacanzieri.

Chi ha avuto modo di effettuare il check- in online ha visto la possibilità di partire alle 15:30 di martedì con un mezzo dotato di 190 posti. Per il resto dei passeggeri non è rimasto che armarsi di santa pazienza e attendere a Caselle l'arrivo di un aereo da Napoli, per giunta in ritardo di un'ora.

Ben presto quella che doveva essere una rilassante vacanza fatta per staccare dal quotidiano stress cittadino si è trasformata in una vera e propria Via Crucis dove la pazienza dei passeggeri è stata messa a dura prova.

Diverse le reazioni dei passeggeri: tra chi si è messo a lanciare improperi in direzione del tabellone delle partenze, maledicendo il nome della Meridiana e a chi invece tale situazione di disagio non va proprio giù.

"E' una situazione vergognosa e ridicola"- afferma uno dei tanti passeggeri in preda ad un rovesciamento di bile- "Non c'è nessun rispetto per noi passeggeri, che a quanto pare non contiamo nulla.

Oltre il danno, anche la beffa. Non c'è neanche un numero a cui poter fare riferimento per poter avere delle informazioni su questo aereo fantasma. Nulla, siamo proprio abbandonati a noi stessi, che volevamo solo andare a rilassarci.

La compagnia non si è neanche degnata di mandare un dipendente per spiegare l'andamento della situazione. E' l'ennesima vergognosa situazione all'italiana".

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus