Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Internazionale

Il piano della Corea del Sud per uccidere Kim Jong-un.

Seoul sta preparando una task force ufficiale, l'unità di decapitazione, che avrà un unico obiettivo: la testa del dittatore nordcoreano.

13 Settembre
08:30 2017

È pronta una task force di uomini che dalla Corea del Sud punta a uccidere il dittatore nordcoreano Kim Jong-un. Si chiama "Unità di decapitazione" e, secondo quanto riportato dal New York Times, è quasi abile a entrare in azione in Corea del Nord.

Come sarà composta.

A comunicarlo, lo stesso governo sudcoreano che, il giorno seguente al lancio del sesto test nucleare del mese, attraverso il suo Ministro della Difesa Song Young-moo ha fatto sapere al mondo che entro la fine dell'anno verrà fondata una task force di forze speciali militari che avranno un unico obiettivo: la testa di Kim Yong-un.

Il corpo militare sarà un'entità ufficiale e sarà composta da elicotteri, aeroplani e uomini armati per compiere i raid.

Perché è importante.

È raro e difficile che una Nazione annunci di voler uccidere un capo di stato, spiega il NYT, ma le motivazioni che si celano dietro la minaccia di Seoul sono evidenti: alzare la soglia di preoccupazione di Pyongyang per le conseguenze delle recenti minacce nucleari e aumentare la pressione perché Nord Corea e Sud Corea arrivino a un tavolo diplomatico.

Certo, nel mezzo c'è il ruolo degli Stati Uniti d'America, principali alleati di Seoul che inizia ora a dubitare che in caso di attacco nordcoreano possano effettivamente difendere la Corea del Sud in qualche modo. E la vita di Kim Jong-un, pensa il governo, vale molto meno di una popolazione sterminata dalle bombe nucleari di Pyongyang.

panorama.it

 

Condividi l'articolo

Articolo riportato da

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus