Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Torino

A Torino tre serate di cinema all’aperto, 14-15-16 Settembre.

Per scoprire come è cambiata la città dal 1918 al 1969.

14 Settembre
10:30 2017

In quanti modi si può scoprire come si è trasformata una città nel corso degli anni? Come si presentava Torino nei primi anni del ‘900 rispetto a quella che viviamo adesso?

Per scoprirlo Urban Center Metropolitano organizza “Proiezioni di città” , tre serate di cinema all’aperto dedicate alla città vista attraverso il grande schermo, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e la Film Commission Torino Piemonte.

Giovedì 14, venerdì 15 e sabato 16 settembre alle 20.30 davanti alla sede dell’Urban Center Metropolitano di piazza Palazzo di Città si potranno vedere tre grandi pellicole girate a Torino che raccontano la città sabauda in diversi momenti storici. I tre appuntamenti sono a ingresso libero.

Giovedì 14 apre la rassegna il film muto Addio Giovinezza! (Augusto Genina, 1918) che mostra la Torino dei primi anni del ‘900 attraverso la storia d’amore di uno studente e di una sartina. La proiezione è accompagnata dalla musica di Valeria Delmastro. Venerdì 15 sarà proiettata La vita possibile (Ivano De Matteo, 2016) in cui la Torino di oggi diventa la città ‘rifugio’ per la sua protagonista Margherita Buy. Infine sabato 16 settembre tocca a Un colpo all’italiana. The Italian Job (Peter Collinson, 1969): sullo schermo la città del boom economico, negli anni in cui imperava la Fiat, con le scene del famoso inseguimento sul tetto del Lingotto, sullo scalone di Palazzo Madama e anche sul Po.

I lungometraggi saranno anticipati da tre filmati tra quelli selezionati per il progetto I-Media Cities: Documentario su Torino (1928), Robinet chaffeur miope (1914) e Attenti alla vernice! (1913). Proiezioni di città rientra infatti nell’ambito di I-Media Cities, il progetto europeo promosso da 9 cineteche europee, 5 istituti di ricerca, 2 providers tecnologici e specialisti di digital business models, che ha per obiettivo la valorizzazione e la condivisione dei materiali audiovisivi d’archivio tramite una piattaforma digitale interoperabile e multilingue.

Il filo rosso che accomuna i filmati e le fotografie messe a disposizione dalle diverse cineteche è il tema della città: I-Media Cities promuove infatti lo studio della storia urbana e dello sviluppo delle città europee attraverso l’uso di ampie collezioni d’archivio fino ad ora non accessibili, e lo studio della storia dei Media attraverso i molti modi in cui questi descrivono lo spazio urbano. Il Museo Nazionale del Cinema e Urban Center Metropolitano sono parte di I-Media Cities, rispettivamente nei ruoli di archive partner (fornendo materiali filmici e fotografici d’archivio) e research partner (svolgendo attività di ricerca e promuovendo la conoscenza del progetto).

Proiezioni di città offre dunque la possibilità al pubblico di iniziare a conoscere parte del grande patrimonio audiovisivo che sarà prossimamente consultabile sulla piattaforma I-Media Cities: tre brevi filmati selezionati per il progetto e messi a disposizione dal Museo Nazionale del Cinema, racconteranno la Torino d’inizio Novecento. Ognuno di questi introdurrà alla visione di un lungometraggio che cristallizza la città in differenti momenti storici tra XX e XXI secolo.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti; 3 euro per il noleggio delle cuffie. Grazie alla partnership con abbonamento Musei Torino Piemonte i possessori dello stesso potranno noleggiare gratuitamente le cuffie. La distribuzione delle cuffie inizierà dalle ore 20.00 presso l’Urban Center Metropolitano.

Per info:  www.urbancenter.to.it info@urbancenter.to.it T +39 011 553 79 50 F

 

 

 

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus