Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Scienza e Salute

Torino - Controllo sociale e psichiatria in mostra al "Palazzo della Luce"

Inaugurazione oggi, martedì 19 settembre, alle 18.30

19 Settembre
08:30 2017

Stasera, martedì 19 settembre alle 18.30, in via Bertola 40, all'interno del Palazzo della Luce verrà inaugurata la mostra intitolata "Controllo Sociale e Psichiatria: violazioni dei Diritti Umani, a cura del CCDU -  Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani ONLUS.

Alla conferenza stampa di lunedì 18 settembre ha preso parte il presidente nazionale del CCDU, dott. Roberto Cestari preceduto dagli interventi dello psichiatra Giuseppe Lorini e di Patrizia Reviglio la quale nel "salone bianco" dello storico e suggestivo palazzo progettato nel 1915 dall'architetto Carlo Angelo Ceresa, ha accettato di ospitare un'esposizione dai contenuti forti.

Lorini ha lavorato con Franco Basaglia a Gorizia e Parma tra il 1978 e il 1972.

"Nella mia esperienza di 47 anni - ha detto - ho evidenziato che l'approccio psichiatrico alla persona in difficoltà si esaurisce in: 1. osservazioni e descrizione di sintomi presentati dalla persona, puramente soggettive; 2. formulazione della diagnosi e terapia con psicofarmaci (ansiolitici, antipsicotici, antidepressivi); 3. TSO, ossia ricovero coatto in strutture ospedaliere in caso di rifiuto del paziente all’intervento farmacologico. Il tutto basato, come vediamo bene nei documentari prodotti dal CCDU, su una totale mancanza di scientificità, vantata oggettività e illogicità, aggressività e violenza anticostituzionale nei Trattamenti Sanitari Obbligatori."

E proprio di una Proposta di Legge per modificare il TSO ha fatto cenno Roberto Cestari, medico, autore del libro "L'inganno Psichiatrico" che con il CCDU  negli anni '90 è stato protagonista di svariati blitz in strutture manicomiali portando alla luce lo stato di degrado in cui erano abbandonate centinaia di persone.

Se i manicomi sono superati, rimangono moltissimi interrogativi sui trattamenti psichiatrici a partire dall'età scolare ed è sul passato, presente e futuro della cosiddetta Salute Mentale che la mostra vuole invitare la cittadinanza ad interrogarsi e approfondire, perché - spiega Renato Rolando della sezione torinese del CCDU - "il problema è di pubblico interesse, molto più di quanto possiamo immaginare."

A partire dalla cerimonia d'inaugurazione di martedì 19 alle 18.30 la mostra, ricca di documentari filmati, fotografie e pannelli descrittivi, rimarrà aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00. Ingresso libero.

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus