Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura e Spettacolo

Dimore di San Giovanni Onlus: una struttura che si propone con una concreta forma di solidarietÓ

I fatti devono sempre seguire i buoni proponimenti

2 Ottobre
15:00 2017

Dimore di San Giovanni Onlus rappresenta un concreto progetto di tipo solidale che si propone di acquistare appartamenti da destinare all’accoglienza dei parenti di pazienti (generalmente bambini) che hanno la necessità di assistenza in ospedale.

Molti ospiti provengono da molto lontano e non possederebbero le risorse per affittare un appartamento nelle vicinanze dell’ospedale dove vengono ricoverati i loro figlioli. La disponibilità di ben cinque appartamenti siti in Torino offre la soluzione ideale per il loro soggiorno.

L’ospitalità è completamente gratuita e comprende anche forme di supporto logistico e psicologico per le diverse esigenze.

Ogni anno vengono organizzati degli incontri pubblici che possono donare visibilità  ad una organizzazione Onlus che, nata dal nulla, si presenta oggi con cinque appartamenti a Torino ed un prestigioso progetto che dovrebbe permetterne l’acquisto di altri cinque sul territorio nazionale.

Venerdì 29 settembre si è tenuto a Ravenna un incontro su Dante Alighieri e i Fedeli d’Amore che ha riscosso un grande interesse di pubblico, promuovendo, al tempo stesso, il Progetto di Dimore di San Giovanni Onlus.

Il Presidente dell'Onlus, Ing. Giovanni Piccolis, ha descritto nei dettagli la nascita e lo sviluppo di Dimore di San Giovanni, entrando nel merito delle motivazioni e delle strategie che hanno fatto nascere e quindi sviluppare l'ambizioso Progetto.

 

DANTE, FEDELE D'AMORE

A Ravenna serata di solidarietà per la Onlus “Dimore San Giovanni"

E’ stata Piazza San Francesco a fare da cornice alla serata di solidarietà che a Ravenna venerdì 29 settembre ha richiamato tante persone arrivate anche da fuori città per ascoltare i versi di Dante e raccogliere fondi da destinare in beneficienza. La serata è stata organizzata dalle “Dimore San Giovanni”, la Onlus legata alla Gran Loggia d’Italia degli A.L.A.M. che mette a disposizione gratuitamente alloggi per le famiglie dei bambini in cura negli ospedali d’eccellenza di Torino.

Nata una decina di anni fa, oggi la Onlus dispone di cinque appartamenti, quasi cento le famiglie bisognose accolte in questo arco di tempo che così sono potute stare vicino ai loro bambini ricoverati anche per lunghi periodi negli Ospedali del capoluogo piemontese. Famiglie italiane provenienti da regioni del nord e del sud ma anche famiglie straniere come quella della piccola Mayar bisognosa di un trapianto di fegato, fuggita dai bombardamenti di Aleppo e che in Italia ha trovato cure e rifugio: Mayar è stata operata all’ospedale Molinette di Torino ed è ancora ospite insieme a tutta la sua famiglia di una delle Dimore San Giovanni.

L’attività delle Dimore ha continuato a crescere grazie alle donazioni, alla destinazione gratuita del 5 x 1000 e soprattutto alle iniziative, come quella di Ravenna fortemente sostenute dalla Gran Loggia d’Italia degli A.L.A.M. per far conoscere il lavoro e l’impegno di questa Onlus, un modello che potrebbe essere replicato in altre regioni a partire proprio dall’Emilia Romagna.

http://www.granloggia.it/system/files/img/LogoDimoreSanGiovanni_0.jpeg 

La serata di Ravenna si è aperta in Piazza San Francesco con lo spettacolo “Dante, fedele d’amore”  di Giancarlo Guerreri, musiche originali al pianoforte di Claudio Vignali, dedicato al Sommo Poeta, la cui spoglie sono custodite nel sepolcro eretto presso la Basilica di San Francesco, nel cuore della città.

Per ulteriori informazioni sull'attività delle Dimore di San Giovanni potete visitare il sito www.dimoresangiovanni.orgo scrivere a info@dimoresangiovanni.org

Per chi volesse esprimere la propri solidarietà nei confronti delle "Dimore San Giovanni ONLUS" può versare il 5 x 1000 intestandolo a

Dimore San Giovanni ONLUS

Via Lamarmora 16 10128 Torino

Cod. Fisc. 97671250013

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus