Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Recensioni
Libri

Maestre d’Italia

Il nuovo libro di Bruna Bertolo presenta aspetti poco conosciuti del mondo delle “maestrine”, simbolo di un impegno che si è riversato non soltanto nel mondo della scuola

10 Novembre
10:00 2017

Bruna Bertolo, rivolese, tesi di laurea in Storia della filosofia, insegnante nelle scuole della sua città, giornalista pubblicista dal 1988, ha già pubblicato numerosi libri di argomento storico, focalizzando la sua ricerca sull’Ottocento e negli ultimi dieci anni soprattutto sulla storia al femminile.

Testimoniano questo suo studio i titoli “Donne del Risorgimento. Le eroine invisibili dell’Unità d’Italia” (Ananke, 2011), “Donne e cucina nel Risorgimento” (Susalibri, 2011), “Prime… sebben che siamo donne” (Ananke, 2013); “Donne nella Resistenza in Piemonte” (Susalibri, 2014) e “Donne nella Prima Guerra Mondiale” (Susalibri, 2015).

Il nuovo libro di Bruna Bertolo si intitola “Maestre d’Italia” (Neos Edizioni, 2017), personaggi che l’Autrice considera con lo sguardo di chi vuole capire, di chi vuole entrare, quasi in punta di piedi, nella realtà individuale di ognuna di loro, permettendoci di cogliere aspetti poco conosciuti del mondo delle “maestrine”. Nel libro ce ne sono tante, simbolo di un impegno che si è riversato non soltanto nel mondo della scuola.

“Maestre d’Italia”, dunque, capaci di cambiare profondamente le abitudini di un popolo che, nel 1861, appare ancora schiacciato dall’ignoranza e dall’analfabetismo.

“Maestre d’Italia”, non soltanto di calligrafia e dei primi rudimenti di calcolo, ma anche conduttrici di lotte lungo il cammino dell’acquisizione dei diritti delle donne, dopo l’oscurantismo dei secoli precedenti. Donne, capaci di soffrire e di trovare nella loro sofferenza i semi di un riscatto che ha attraversato e accompagnato la storia delle donne nella nostra Società: da Italia Donati alla “maestrina dalla penna rossa”, dalle “maestre di Senigallia” a Rita Majerotti, dalle maestre scrittrici a quelle che diedero la vita durante la Resistenza; sui banchi di scuola, ma con il pensiero e il cuore rivolti al sogno di una società migliore.

Il libro “Maestre d’Italia” è stato presentato sabato 4 novembre, a Viù (Torino) per i locali Caffè Culturali, organizzati con l’appoggio dell’Amministrazione Comunale e della Pro Loco.

Dopo il saluto portato dal sindaco di Viù, Daniela Majrano, l’Autrice è stata intervistata dall’assessore Alberto Guerci, da chi scrive e dallo scrittore e ricercatore storico Alessandro Mella. Nei paesi di montagna quello delle maestre e degli insegnanti è un ricordo vivo, negli anziani come nei più giovani. Sono persone che hanno dedicato la loro esistenza all’insegnamento, anche a costo di sacrifici, e che hanno segnato la vita di tutti, specialmente nei primi anni di scuola, insegnando a leggere, a scrivere e, talvolta, a stare in mezzo agli altri. La presentazione è stata seguita con grande interesse dai numerosi spettatori.

Foto di Karen Giacobino


Bruna Bertolo - Maestre d’Italia

Neos Edizioni Torino - 272 pagine - € 23,00

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus