Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport

Biliardo - Asti: Geranio, Biasioli e Sammartino: tris d'assi all'Elvis Games

Conclusa la kermesse a tutti doppi in ricordo di Umberto Libero

I vincitori assoluti con i congiunti di Umberto Libero
14 Novembre
09:00 2017

ASTI – La decima edizione del Trofeo Elvis Games ha ricordato la figura indimenticabile di Umberto Libero, giocatore di casa dalle forti qualità umane prima ancora che quelle sportive. Il male lo aveva allontanato dalle competizioni da un paio d’anni, ma la presenza si avverte ancora nei ricordi del Club organizzatore, degli amici e dei familiari, in primis della moglie Bruna che è intervenuta alle fasi conclusive del torneo insieme con il figlio Corrado ed i familiari.

Un caro amico che è stato ricordato nel corso del protocollo di chiusura con il tocco confidenziale che ha richiamato la sua presenza, l’appartenenza al mondo del biliardo che non dimentica i suoi atleti anzi li vuole affettuosamente ancora attori protagonisti.

La kermesse ha vissuto la sua fase conclusiva domenica 12 novembre con la disputa dei gironi conclusivi separati per categoria di appartenenza. Piero Antonio Ciccarelli, Direttore di Gara al “battesimo del fuoco”, ha dato inizio agli incontri che hanno scaturito i “Magnifici 4” di ogni raggruppamento.

La prima categoria ha registrato il successo assoluto di Davide Geranio, portacolori del Diagonal Orbassano dove svolge la sua attività di Istruttore Federale Fibis. Gli ha conteso il primato Alessandro Rizzo che gioca per il Salone di Rivalta Bormida; una bella finale che ha registrato la partenza fulminea di Rizzo che ha raggiunto un discreto vantaggio.

La svolta è stata determinata da due giocate fallose del rivaltese che hanno permesso il repentino recupero di Geranio ed il prosieguo vittorioso fino al traguardo. Bella partita, comunque, che ha deliziato il pubblico numeroso e competente, peculiarità del Csb Elvis Games. Subito dopo, terzi a pari merito, si sono classificati l’alessandrino della Familiare Sergio Lavagno ed il settimese del Borgonuovo Ciro Lestino, alla prima gara dopo la nascita del piccolo Mario.

Antonio Biasioli, nel contempo, si aggiudicava il gradino più alto del podio di seconda categoria; l’atleta del Parella TO superava allo sprint il giovane Mattìa Bassan, alessandrino del Don Stornini dagli illustri trascorsi nella categoria Juniores.

Match, questo, che si è disputato nell’alternanza di belle giocate che hanno messo ambedue i contendenti nella condizione di vincere; al termine Biasioli, attore oltre che ottimo giocatore, ci ha detto nel parterre del dopo partita di patire emozionalmente la scena biliardistica piuttosto che il palcoscenico. 

Alle loro spalle, terzi ex aequo, si sono piazzati Rosario Trombatore, stecca doc del Kursal TO, e Paolo Sansivieri, alfiere del Bill Top TO dalle invidiabili doti tecniche.

Infine i terza categoria Giuseppe Sammartino del Don Stornini di Alessandria se la vedeva con l’atleta di casa Pasquale Di Gennaro e si aggiudicava il match clou in virtù della migliore regolarità. Di Gennaro dava così ulteriore conferma al proverbio che recita “nemo profeta in patria est”, cioè che nessuno è profeta in patria. Bravi entrambi nel contrastarsi a vicenda replicando colpo su colpo; come abbiamo detto, la cadenza imposta al match da Sammartino gli dava ragione.

Antonio Mazzotta (Diagonal Orbassano) e Giuseppe Onesti (Olona 96) dividevano il terzo scalino del podio ottenendo un ottimo “bronzo”. 

Queste le risultanze della manifestazione che ha richiamato nel Club di Vito Frisi, presidente del sodalizio sportivo, trecento stecche del Circo Verde territoriale.

L’introduzione del Direttore di Gara Piero Antonio Ciccarelli ha preceduto l’intervento di Massimo Calleri, segretario regionale Fibis, che ha condotto il protocollo di chiusura nel ricordo di Umberto Libero: Rino Licata, membro della Commissione Tecnica, ha consegnato alla moglie Bruna la targa ricordo della manifestazione.  

La premiazione degli atleti ha coinvolto Salvatore Scalzo (Impermeabilizzazioni), sponsor del torneo insieme con l’agenzia viaggi Calamaior e la Falegnameria Licata, la moglie Bruna con il figlio Corrado e famiglia ed il folto pubblico che ha fatto da cornice alla cerimonia di chiusura di un appuntamento del calendario agonistico atteso, in ogni edizione, da atleti e simpatizzanti: una festa per il biliardo sportivo che deve il successo all’abilità organizzativa dello Staff presieduto da Vito Frisi con il supporto tecnico e logistico di Rino Licata.

(Foto Pronzato: dall'alto a dx il Direttore di Gara Piero Antonio Ciccarelli introduce la premiazione con il Segretario regionale Fibis Massimo Calleri - Geranio, Rizzo, Biasioli, Bassan, Sammartino e Di Gennaro al tiro - Rino Licata consegna il ricordo a Bruna Libero - il Saluto della Fibis a Bruna Libero - gli arbitri della manifestazione con i familiari di Umberto Libero - il Presidente Vito Frisi))

Condividi l'articolo

Rubrica di

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus