Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Internazionale

Trattative sull'uscita di scena di Mugabe.

Il presidente-dittatore dello Zimbabwe prova a resistere al colpo di Stato militare che lo ha di fatto esautorato.

Robert Mugabe
17 Novembre
07:00 2017

IL CAIRO - Dopo 37 anni di regno incontrastato, il presidente-dittatore dello Zimbabwe Robert Mugabe prova a resistere anche al colpo di Stato militare che da dall’altro ieri lo ha di fatto esautorato. O almeno a negoziare un'uscita di scena onorevole.

E mentre resta un mistero dove si trovi la moglie del presidente, Grace, ieri è stato immortalato dal flash dei fotografi un surreale incontro tra il capo di Stato più anziano del mondo e il generale che lo sta abbattendo: il capo delle forze armate Constantino Chiwenga.

All'incontro ha partecipato anche una delegazione del Sudafrica, potenza dell'Africa australe alla guida di un blocco di 15 paesi (il 'Sadc') in prima fila nel tentativo di risolvere la crisi, e un prete cattolico, padre Fidelis Mukonori, che sta lavorando come mediatore.

Chiwenga, in mimetica, si è lasciato fotografare addirittura sorridente assieme ad un altrettanto sorridente Mugabe, a conferma che i militari non voglio compiere un golpe cruento per evitare un possibile intervento dei paesi vicini.

E se i tempi non sembrano quelli di un colpo di Stato lampo - come avevano lasciato presupporre i blindati in giro per Harare e la presa della tv di Stato l'altra notte - il presidente sudafricano Jacob Zuma in mattinata ha comunque previsto che "molto presto" la situazione politica in Zimbabwe "diventerà chiara".

Nella serata di ieri tuttavia erano ancora in corso i negoziati sull'uscita di scena dell'ex simbolo dell'indipendenza della Rhodesia dai britannici, trasformatosi in un despota accusato di corruzione e intenzionato a creare una sorta di successione dinastica piazzando al potere la moglie ex segretaria, di 41 anni più giovane. La quale, data per fuggita in Namibia da fonti dell'opposizione, in giornata era segnalata nella 'casa blu', la residenza dei Mugabe, anche se non è comparsa nelle foto dell'incontro.

Fonti rilanciate dalla Bbc hanno riferito che Mugabe sta rifiutando di dimettersi prima delle elezioni già fissate per l'anno prossimo. Ed esponenti del suo partito, lo Zanu-Pf, hanno evocato la possibilità che il 93enne salvi la faccia restando al suo posto fino a un congresso previsto a dicembre e destinato ad incoronare il rivale di Grace nella corsa alla successione di Mugabe: l'ex vicepresidente ed ex alleato Emmerson Mnangagwa, il "coccodrillo", il cui siluramento con conseguente fuga all'estero della settimana scorsa ha fatto scattare la reazione dei militari.

Intanto in Botswana una ministeriale speciale di quattro paesi del Sadc, la Comunità di sviluppo dell'Africa meridionale, ha chiesto la convocazione di un summit d'urgenza sulla crisi, cercando di affrettare un esilio di Mugabe probabilmente a Singapore, dove del resto va a curarsi con regolarità.

cdt.ch

Condividi l'articolo

Articolo riportato da

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus