Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Recensioni
Libri

Simeone II di Bulgaria – Un destino singolare.

Alessandro Mella recensisce l’autobiografia dell’unico Re divenuto primo ministro.

31 Gennaio
11:00 2018

La storia non bussa mai alla porta degli uomini, abbatte la porta e li travolge condizionandone la vita, i sogni e l’avvenire oltre ogni immaginazione. Ed è proprio la storia a costruire un “destino singolare” come quello vissuto da Simeone II.

Nato nel 1937 da Re Boris III di Bulgaria e da Giovanna di Savoia (principessa figlia dei sovrani d’Italia Vittorio Emanuele III ed Elena) egli ha davvero vissuto un’esistenza meritevole d’essere raccontata. Nel 1943, quando il padre morì pochi giorni dopo il suo rientro da un burrascoso incontro con Hitler in Germania, egli ascese al trono bulgaro ancora bambino potendo contare su di una corte fedele, sulla protezione d’una madre straordinaria e sulla reggenza del coraggioso zio Cirillo.

Anni di fuoco, con l’Europa tormentata dai fatti della Seconda Guerra Mondiale e la Bulgaria in bilico tra la protervia tedesca e la minaccia sovietica. Il colpo di stato che portò i comunisti al potere nel 1944 ed il referendum palesemente alterato del 1946 condussero all’esilio il giovane Re.

Una serie di eventi travolgenti e drammatici nel corso dei quali i più fedeli e lo stesso reggente Cirillo furono barbaramente uccisi aprendo, per la Bulgaria, una drammatica ed oscurantista stagione.

Decenni di feroce dittatura sotto lo scomodo ombrello sovietico, decenni di ipocrisie, odio, rancore, livore e cattiverie. Un paese ed un popolo ostaggio di manipoli di facinorosi.

Simeone II, nondimeno, condusse un’esistenza da galantuomo onesto e leale, con il cuore nella sua patria lontana che, malgrado la censura del regime socialista, mai l’aveva dimenticato. Anni difficili, anni di guerra fredda, anni di cortina di ferro e di angoscia.

Ne ha parlato Simeone II stesso nella sua bella autobiografia pubblicata nel 2017 in diverse lingue e disponibile in Italia grazie all’Editore Gangemi.

Il volume colpisce fin dal primo impatto per l’altissima qualità di stampa e la scelta di materiali di prim’ordine come la bella copertina cartonata a colori, la magnifica carta patinata, i colori vivi e pulsanti ed un’eccellente legatura.

Il libro ripercorre, attraverso le parole del protagonista, la vita di un uomo straordinario. Colpiscono i ricordi del viaggio di rientro in patria dopo tanti anni (e commuove il suo ricordo della bandiera italiana sabauda sventolata tra la folla dall’ambasciatore Camillo Zuccoli), la devozione alla sua amatissima moglie ed alla sua famiglia, i paesaggi meravigliosi di quel paese, le vicende di una vita difficile. Ma a colpire è anche lo spirito, la personalità, dell’autore. Un uomo pieno di vivace e ardente passione, d’amore per la sua Bulgaria descritta sotto ogni aspetto con entusiasmo vivace e brillante e, al tempo stesso, un uomo quieto e sereno.

Pur nei giudizi severi verso chi gli ha fatto del male e chi ha ferito e colpito la sua gente, Simeone II non ha mai parole di livore, di rancore, di odio. Forse memore anche dell’esempio luminoso dello zio Umberto II, Re d’Italia in triste esilio, egli non ha che parole di pacificazione ed intrise di senso di fratellanza.

Anche le immagini sono state scelte con cura ed altamente comunicative.

Il testo rapisce il lettore, lo accompagna attraverso un viaggio in un’Europa che tanto è cambiata ma che, per fortuna, ritrova almeno in parte memoria di se stessa.

Il sovrano scrive di getto, racconta, non esita a puntualizzare ciò che conviene spiegare bene, supera le vulgate, esterna le sue emozioni e le sue verità di pagina in pagina.

Un libro da leggere, da scegliere, da rileggere più volte, da conservare perché nella storia di questo grande uomo si intreccia la storia del nostro continente, della bellissima Bulgaria che proprio lui da primo ministro eletto ha portato in Europa.

Ed ognuno di noi, tra nomi di famiglie reali e di nazioni, ritroverà qualcosa di se stesso e della propria memoria. Per chi già conosceva la signorilità di Simeone II, quest’opera è una conferma. Per chi non ha avuto la fortuna di leggerlo od ascoltarlo prima, sarà una gioiosa e preziosa scoperta.


Simeone II di Bulgaria.

Un destino singolare

Dopo 50 anni di esilio l'unico Re divenuto Primo Ministro

Editore Gangemi - € 24,00 - eBook EPUB € 18,99

Condividi l'articolo

Articolo riportato da

Commenti all'articolo