Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Torino

A Torino Russian Business Forum 19 febbraio 2018.

La Russia è più vicina per gli imprenditori piemontesi.

20 Febbraio
08:00 2018

La prima edizione del Russian Business Forum (RBF) organizzato a Torino Incontra dalla Camera di Commercio di Torino il 19 febbraio, vanta già numeri  da record, a partire della lunghissima coda di prima mattina per gli accreditamenti: 180 aziende iscritte, oltre 280 appuntamenti “btob” richiesti per il pomeriggio, 10 relatori esperti del mercato russo.

All’evento hanno collaborato la Camera di commercio Italo-Russa, con il supporto della Regione Piemonte nell’ambito dei progetti integrati di Filiera, gestiti dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione, finanziati dai fondi POR FESR 2014-2020

I primi nove mesi del 2017 mostrano una crescita di oltre il 21% delle esportazioni piemontesi in Russia  , ammontate nel 2016 a 535 milioni di euro; il Piemonte è la quarta regione italiana per export nel Paese e secondo il Presidente Camerale Vincenzo Ilotte è pronta ad agganciare questa ripresa. Per questo la Camera di Commercio di Torino ha messo in campo numerose iniziative a partire dai servizi offerti dal nuovo Sportello Russia.

Al centro della sessione plenaria la presentazione del Paese e del suo mercato con una analisi dello scenario economico e del trend dei consumi con riferimento alle barriere all’entrata  e alle sanzioni in corso. A seguire tre focus tematici sul sistema casa, agroalimentare e vinicolo, innovazione e investimenti.

Lo Sportello Russia, che segue un Paese immenso con un  PIL (2016) di 1283 miliardi di dollari USA, offre a titolo gratuito un primo orientamento al mercato e a seguire assistenza specialistica per operare nel Paese, con accesso a banche dati, ricerca di partner, organizzazione di incontri di affari in loco, assistenza specifica su dogane, assicurazioni, contratti ecc. Lo Sportello lavora solo su appuntamento: www.to.camcom.it/russia.

Partono anche le agevolazioni concordate con la Camera di Commercio italiana in Russia per permettere alle nostre imprese  l’accesso all’innovativa piattaforma Export Alliance, utile per testare le opportunità del mercato con un minimo investimento iniziale. Inoltre, la Camera di commercio di Torino mette a disposizione di ciascun progetto vincitore diecimila euro sotto forma di abbattimento costi per consentire alle aziende piemontesi di beneficiare dell’iniziativa a partire dal 2018.

Riteniamo che questo anno potrebbe facilitare le iniziative messe in campo poiché Il 2018 vedrà Mosca impegnata nella messa a punto di una linea di politica estera  volta a promuovere il ruolo della Russia, secondo una strategia multidirezionale, a 360 gradi, in continuità con il corso intrapreso a seguito della crisi ucraina.

Una  linea  confortata dai successi riportati in termini di influenza e di immagine nel confronto con l’Occidente, grazie  alla destrezza  politico-diplomatica, appoggiata allo strumento militare. L’utilizzazione delle posizioni conquistate in Siria, e in Medio Oriente in generale, tenendo fermo nel contempo la situazione di stallo venutasi a creare nello spazio post-sovietico, è alla base del rilancio su scala globale della Russia.

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo