Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Torino

Food For Change la rivoluzione di Terra Madre Salone del Gusto.

A Torino la dodicesima edizione dal 20 al 24 settembre 2018.

6 Marzo
11:00 2018

Organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino, Terra Madre Salone del Gusto animerà Torino dal 20 al 24 settembre 2018.

Food for Change è il fil rouge che accompagna la dodicesima edizione della più importante manifestazione internazionale dedicata al cibo buono, pulito e giusto, dal programma di Conferenze e Laboratori del Gusto al grande Mercato e ai Forum di Terra Madre con la presenza di contadini, allevatori e artigiani da tutto il mondo.

Cibo per il cambiamento è dunque la rivoluzione che verrà lanciata in questa edizione. Nel 1996 Slow Food organizzava la prima edizione del Salone del Gusto a Torino per sostenere le piccole produzioni alimentari di qualità, messe a dura prova dal mercato globale, nel 2018 l’obiettivo è rendere sempre più protagonisti del processo produttivo anche i co-produttori, invitando tutti a partecipare e riflettere.

Questo è l’invito di Terra Madre Salone del Gusto 2018: soffermarci sulle nostre decisioni di acquisto, usare il cibo per indurre quel cambiamento necessario a garantire al nostro pianeta un futuro, contribuendo a costruire un sistema alimentare più buono, pulito e giusto.

Oggi abbiamo la possibilità di informarci e scegliere: questo è lo strumento più semplice a disposizione di tutti ed è anche quello più potente: perché quando decidiamo cosa portare in tavola e come, decidiamo anche quale tipo di economia sostenere, quali relazioni privilegiare, se e in che modo vogliamo tutelare le risorse e l’ambiente, se e come vogliamo difendere i diritti dei lavoratori e la nostra stessa salute. Senza dimenticare che un cibo amico dell’ambiente e rispettoso della dignità di chi lo produce è anche più ricco di bontà e bellezza.

L’edizione 2018 di Terra Madre Salone del Gusto anima molti luoghi della città di Torino e va a toccare anche diversi punti del territorio piemontese, come un lento e continuo movimento a macchia d’olio. Attraverso due bandi, viene chiesto a Torino e al Piemonte di partecipare all’evento, invitando singoli cittadini, enti, associazioni e tutte le realtà che lo desiderano, a contribuire con una propria iniziativa al programma di Terra Madre Salone del Gusto 2018.

Sono oltre 900 gli espositori, i produttori dei Presìdi Slow Food e le Comunità del cibo provenienti da più di 100 Paesi che si potranno conoscere durante i cinque giorni della manifestazione e 7000 i delegati di Terra Madre da 143 Paesi che animeranno seminari, incontri, confronti che rendono unica la kermesse.

Il Mercato ritorna nei Padiglioni di Lingotto Fiere, assieme a una parte dei lavori della rete di Terra Madre; le Conferenze sono organizzate in collaborazione con il Circolo dei Lettori di Torino, e si tengono nel centro della città; sono in città anche i Laboratori del Gusto, appuntamenti pensati per approfondire la conoscenza di cibi e bevande, godendo appieno della loro bontà, e confrontarsi direttamente con i produttori; infine l’Enoteca, realizzata nuovamente nella splendida scenografia di Palazzo Reale.

Oltre al tema principale Food for Change, Terra Madre Salone del Gusto 2018 apre una finestra sulle politiche del movimento Slow Food espresse durante il Congresso Internazionale di Chengdu, in Cina, lo scorso settembre. A partire dal grave quanto inascoltato allarme sul riscaldamento globale che chiama in causa tutti noi e sul quale abbiamo mobilitato scienziati, esperti e agricoltori, #foodforchange è anche il tema della campagna di Slow Food, per capire insieme quale cibo dovremmo scegliere per invertire la rotta rispetto a un sistema alimentare i cui impatti – non solo ambientali, ma anche sociali e per la salute delle persone – sono ancora troppo pesanti.

L’appuntamento con il programma completo di Terra Madre Salone del Gusto è a giugno, con la presentazione ufficiale, mentre tutti gli aggiornamenti sono su: www.salonedelgusto.it

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo