Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Torino

Pianeta Toro - Granata a secco contro il Chievo Verona

Per l'undici di Mazzarri quarto rfisultato utile consecutivo

Gli irriducibili tifosi granata (Foto Torino FC)
15 Aprile
10:30 2018

"Peccato: sfruttando meglio le occasioni avremmo collezionato la quarta vittoria consecutiva".

Queste le considerazioni del Mister granata Walter Mazzarri al termine di un incontro a corrente alternata che ha concesso, nella ripresa, troppe chance al Chievo.

La seconda frazione di gioco ha messo in luce un calo di condizione che poteva costar caro dopo un primo tempo in cui è mancato solo il gol torinista.

Le occasioni d'oro si sono presentato a Cristian Ansaldi e Andrea Belotti ma non hanno sortito quel vantaggio che il Toro avrebbe meritato condotto alle risoluzioni dall'ennesima ottima prestazione di Adem Ljajic, pedina determinante ed insostituibile.

E proprio lui, nel secondo tempo, poteva dare i tre punti ai granata, ma un altrettanto grande Sorrentino, numero uno del Chievo, gli ha detto di no respingendo con i piedi una conclusione che pareva essere destinata in fondo al sacco.

A parte gli episodi, si è visto un Belotti piuttosto opaco; e si sa che intorno a lui giostrano tutte le occasioni da gol, per cui il match ha perso la carta vincente del Toro che comunque prosegue la serie positiva con il quarto risultato utile consecutivo.

Certo la tifoseria si aspettava qualcosa di più, ma occorre tener presente che il punto fatto dal Chievo giova alla classifica dei veronesi per una posizione di classifica più tranquilla; quindi un match difficile da interpretare e da condurre in porto.

Il "Bentegodi" si conferma campo "difficile" per Belotti, ma registra altresì la buona prova di Daniele Baselli a supporto di Ljajic e di un assetto ottimale a centrocampo in vista del prossimo incontro di campionato che vedrà i granata opposti, fra le mura amiche, al Milan targato Gattuso.

Condividi l'articolo

Rubrica di

Commenti all'articolo

comments powered by Disqus