Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Juventus

Pianeta Juve - La vittoria contro la Samp segna l'allungo decisivo dei bianconeri di Allegri

L'Analisi di Marco Rabellino

16 Aprile
16:40 2018

La Juventus supera facilmente la Sampdoria e approfitta del pareggio, nel pomeriggio, del Napoli a San Siro e si porta a +6.

Una partita quasi a senso unico con i bianconeri che passano a fine primo tempo con Mandzukic, servito egregiamente da D.Costa, con palla che si infila sotto la traversa. Al 60’ sempre D.Costa serve in area un avanzato Howedes che di solitario di testa trova il raddoppio.

Ancora il brasiliano, al 75’, scappa sulla fascia arriva in area doriana, scarica in mezzo dove trova a rimorchio Khedira che sigla il 3-0 finale.

Ottimo il rientro di Howedes, alla seconda presenza causa infortuni, con una prestazione determinata. Qualche pecca, ma avendo visto poco il campo in questo campionato, si può perdonare. Un rientro, il suo, coronato anche dal gol.

Mandzukic segna e gioca bene anche per la squadra. E’ sempre presente sui palloni alti.

Douglas Costa subentra a Pjanic, infortunatosi a fine primo tempo dopo una prestazione alquanto in ombra, e si carica la squadra sulle spalle fornendo i tre assist che porteranno ai tre gol. E’ padrone della fascia e col suo ingresso divide la Sampdoria. È il migliore in campo.

Matuidi e Khedira  controllano bene il centrocampo e aggrediscono la Samp. Si spingono in avanti spesso e il tedesco, come spesso accade quest’anno trova il gol.

Asamoah e Cuadrado spingono sulla fascia anche se non incidono troppo.

Rugani controlla bene i due attaccanti blucerchiati e da più sicurezza del compagno di reparto Chiellini.

Chiellini che crea suspance quando perde palla a pochi passi dall’area bianconera rischiando il pareggio doriano.

Buffon non sente i suoi 40 anni, ma effettua ancora salvataggi decisivi.

Dybala è una nota negativa nello spartito bianconero. Non incide e sembra che abbia subito il colpo della partita di Madrid anche se non ha manco giocato. Calcia tante volte in porta ma viene sempre ribattuto.

Partita forse decisiva per il campionato che, dopo l’eliminazione in Champions con vibranti polemiche, poteva essere più pericolosa. 

Allegri si gode i sei punti sul Napoli aspettando proprio i partenopei allo Stadium fra due settimane.

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo