Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Juventus

Pianeta Juve - I bianconeri vincono e si avvicinano allo scudetto

L'Analisi di Marco Rabellino

6 Maggio
16:30 2018

Un’altra partita sottotono per i bianconeri che soffrono anche con Bologna all’Allianz Stadium e vanno addiritura sotto, al 30’, per il rigore concesso per mancanza di lucidità di Buffon che effettua un passaggio omicida per Rugani senza guardare l’avversario in arrivo. Fallo da ultimo uomo e rigore trasformato da Verdi con Irrati che risparmia il rosso al difensore bianconero.

Nel secondo tempo il pareggio lo firma un Bolognese. Su cross in area di Cuadrado, De Maio mette nella propria rete. Entra Douglas Costa che sarà decisivo.  Al 62’ arriva il sorpasso bianconero con Khedira. Assist di D.Costa, uscita errata di Mirante e il tedesco si trova la palla sul piede che porta sul 2-1.

Al 69’, il solito D.Costa vince un contrasto aereo sulla trequarti, sprinta fino a fondo campo e scarica su Dybala che sigla il 3-1 finale.

Partita non entusiasmante con livelli di sofferenza troppo alti. La difesa bianconera vacilla troppo e manca forse un grande giocatore che tenga unito il reparto. Troppi gol in questo finale sono stati persi per delle idiozie o  cali di concentrazione.

Guardando il gioco mi viene da dire che alcuni giocatori sono arrivati al capolinea con la maglia bianconera, sono stanchi e svogliati.

Buffon dopo la finale di Madrid ha avuto un calo drastico. Effettua ancora miracoli, come quello su Kraft nel secondo tempo, ma commette anche ingenuità da principiante, come il passaggio a Rugani che porta al rigore.

Barzagli è stato ottimo, non sbaglia un intervento, è l’unico che tiene alta la concentrazione in tutta la partita.

Rugani non è ancora ai livelli da titolare in una squadra come la Juve. Ha potenzialità ma non è ad alti livelli.

Asamoah sta già pensando alla sua nuova avventura, si perde spesso e nella difesa a tre come esterno è deludente.

Lichsteiner subentra a Cuadrado e il suo compito lo esegue molto bene soprattutto in fase difensiva.

Cuadrado ottimo. Le sue sgroppate sulla fascia creano scompiglio ed induce all’errore De Maio. I suoi cross spesso sono pericolosi.

Khedira sembra in giornata. Si intromette nella difesa del Bologna spesso e arriva al gol nel secondo tempo.

Mette in difficoltà i difensori ed è l’arma aggiunta all’attacco bianconero.

Marchisio esegue il minimo indispensabile. Pjanic è altra storia ma si adatta nel secondo tempo.

Douglas Costa è eccellente. Al suo ingresso la Juve cambia. Sbrana la difesa del Bologna da solo. Dona assist a chiunque si in posizione pericolosa. Un vero fuoriclasse e lo dimostra.

Dybala non si vede nel primo tempo come tutta la Juventus. Gli arriva poi il pallone del 3-1 che non sbaglia.

Higuain si rende pericoloso più volte ma il gol questa volta non arriva.

Certo che contro una squadra come il Bologna mi aspettavo di più da giocatori come Higuain e Dybala e invece, per  vedere dei sussulti, ho atteso l’ingresso di Douglas Costa che ha trascinato i bianconeri ancora una volta.

Mancano due partite, il traguardo è a pochi punti. La prossima stagione speriamo che ci sia un rivoluzione che tagli i rami secchi ed innesti nuova linfa a questa squadra che ormai sembra in fin di vita.

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo