Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Interviste

Torino - Cristiano Bilucaglia: il torinese che azzera le bollette

Il profilo dell’uomo che ha rivoluzionato le abitudini di consumo degli italiani in materia di luce e gas

4 Agosto
10:30 2018

Ci sono persone che nascono per fare del bene al prossimo, Che hanno ricevuto in dono dal buon Dio talenti immensi, con cui costruire una vita e una professione all’insegna dell’operosità. Che, poi, è quella che conta, e fa la differenza. Il vero successo.

E, se a ciò, aggiungiamo il fatto che i detti degli antichi Romani avevano sempre ragione, in questo caso è proprio il caso di dire nomen omen: quando il nome è un destino. Cristiano all’anagrafe, ma anche e soprattutto nella vita di tutti i giorni. Bilucaglia di cognome.

Ecco il binomio della carta d’identità dell’uomo che, per primo nel mondo, da buon torinese naturalizzato qual è da vent’anni (vive a Pianezza, lavora a Collegno, ma è nato a Domodossola (VB), dunque, piemontese doc), è riuscito in un’impresa unica. Epica. Realizzando il sogno di qualsivoglia consumatore della storia: quello di azzerare le bollette. E rimpinguare, al contempo, i conti correnti degli stessi.

Per questo è stato anche eletto, nel 2015, ‘Imprenditore dell’Anno’, e gode della stima dei principali enti e associazioni consumeristiche italiani.

Ecco come. ‘Zero’ fa il punto, e sforna numeri da record. Cifre da capogiro. Quello che, a prima lettura, può sembrare un gioco di parole, esprime invece una realtà consolidata nel panorama dei consumatori italiani.

Nato da un’idea geniale di Cristiano Bilucaglia, ingegnere e imprenditore già ideatore dell’EuroCredito (dal 2009 a oggi la prima moneta complementare italiana con cui ha salvato oltre 3.000 PMI italiane dalla crisi), ‘Zero’ è il primo social utility network della storia in grado – come dice il nome stesso – di azzerare le bollette di luce e gas. Canone Rai e accise incluse.

Un risultato clamoroso, ottenuto con la distribuzione, a ben oltre 20.000 clienti sparsi sull’intero territorio italiano, di un oceano di sconti di varie tipologie pari a euro 1.866.448,21 per l’energia elettrica, ed euro 920.073,99 per il gas: dunque, in totale circa 2 milioni e 800 mila euro fatti risparmiare agli italiani per i consumi giornalieri delle utilities domestiche in tre anni dal 2015 a giugno 2018.

Con una crescita di fatturato esponenziale, con una media di circa il 300% annuo, che è passato dai 92.004 euro del 2014 al 1.590.051 del 2015, ai 6.696.562.00 del 2016 e ai ben 16.025.673.00 del 2017, per un valore aggregato complessivo pari a euro 24.404.290,00 totali.

Tra le regioni più virtuose che nel primo semestre del 2018 hanno scelto ‘ZERO’ (www.scelgozero.it) quale partner di fiducia per l’energia elettrica e il gas si segnalano Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.  Seguono, nell’ordine, Toscana, Marche, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Trentino-Alto Adige.

Attualmente, sono migliaia le bollette azzerate in tre anni di attività, e il numero è in costante crescita.

La nostra politica si basa sul principio della redistribuzione sociale della ricchezza”, spiega Cristiano Bilucaglia, Presidente di ‘uBroker Srl’ (www.ubroker.it), la milionaria Multiutilities Company titolare di ‘Zero’:

Favorire la circolazione degli utili ai consumatori che ci scelgono quotidianamente, ma anche attuare e sostenere concrete iniziative benefiche a favore della collettività è quello che meglio sappiamo fare e più ci sta a cuore”, aggiunge entusiasta l’industriale.

Una nobile e altrettanto utile mission, che ha permesso a ‘Zero’ di produrre pasti quotidiani per la ‘Mensa dei Poveri’ del sacerdote torinese Don Adriano Gennari, di finanziare la kermesse estiva piemontese ‘Zero Festival Beer’ (raccogliendo anche fondi per il ‘Museo Storico Granata’) e di donare anche, insieme al sottoscritto, il candelabro liturgico artistico per i 150 anni dalla Fondazione della Basilica di Maria Ausiliatrice in Torino voluta da San Giovanni Bosco.

Imprenditore illuminato, pioniere e precursore dell’industria italiana targata 4.0, Cristiano Bilucaglia, negli anni ha altresì finanziato un tour gratuito del cantautore Andrea Mingardi omaggiando concerti ai Comuni italiani in crisi e colpiti dai recenti sismi, nonché fatto produrre e regalato spontaneamente uova pasquali ai giovani degli Oratori Salesiani torinesi e finanziato per intero  il Monumento Nazionale al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, posto in bella vista all’ingresso della Certosa di Collegno, dove un tempo sorgeva lo storico ospedale psichiatrico.

 

Maurizio Scandurra

 

 

Condividi l'articolo

Articolo riportato da

Commenti all'articolo