Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Recensioni
Cinema

la Biennale di Venezia 2018

The Favourite Emma Stone e Olivia Colman

9 Settembre
14:00 2018

Un altro contibuto al Festival di Venezia di Gianni Convertini: la presentazione del film The Favourite.
Il film è una Pellicola in costume che oltre ad essere un elegante esercizio di stile, si può definire uno dei migliori lungometraggi del regista greco Yorgos Lanthimos  

The Favourite è una storia di ossessioni e di potere, con imprevedibili dialoghi che rendono il film riconducibile ad un opera del teatro dell’assurdo.

Emma Stone, 


La Regina Anna si affida in tutto e per tutto alla sua prima dama di compagnia, Sarah (Rachel Weisz) la quale spesso assume il potere decisionale in sua vece per questo si attira l'ira dei dignitari  (Nicholas Hoult).
In questo quadro si inserisce la giovane e scaltra Abigail (Emma Stone), lontana cugina di Sarah, che capirà presto come interpretare la partita per portare, a proprio favore, le incertezze della sovrana.
Rachel Weiz conosce a memoria  Lanthimos.

Il suo personaggio, Sarah, è brillante, sarcastica e  determinata a mantenere i propri privilegi.

Olivia Colman, attrice protagonista


Speculare a lei la Abigail di un’Emma Stone in stato di grazia – probabilmente il suo miglior film insieme a Birdman – la quale scala la rigida gerarchia di palazzo con abile sagacia, fino ad ottenere il favore della sovrana.
Nel mezzo lei, l’ago della bilancia della vicenda, la Regina Anna di una grande Olivia Colman, forse la migliore interprete nel film.


Sola e malata, alla ricerca di attenzioni e conforto dalle donne che la circondano, ossessionata da una disperata volontà di essere amata che la porterà , a mettere in competizione Sarah ed Abigail, disinteressandosi quasi completamente alle vicende di un paese in crisi e in guerra.
Regia:    
Yorgos Lanthimos

Durata:    
120’

Paesi:    
Gran Bretagna, Irlanda, Usa

Interpreti:    
Olivia Colman, Emma Stone, Rachel Weisz, Nicholas Hoult, Joe Alwyn

Fotografie di Debora Convertini e Gianni Facca

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo