Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Terza Pagina

L'infinito bisogno della Poesia

"Signature"

2 Ottobre
09:30 2018

L’Arte è personale

e ciascun soggetto

infonde

un po’ di se stesso

in Essa.

 

Spazia l’oggetto,

spazzato via

e trasformato

dai pensieri.

 

Di oggi, di ieri.

 

Non sono dettagli

ma firme:

segni

unici

della mano che ha voluto con essi

afferrare una parte di senso.

 

Così

le virgole

divengono pause

nel canto dell’anima,

volute colorate

sulla tela bianca della vita

e pietre d’angolo

ad arginare il fiume di parole.

 

Oppure, ad accrescerne l’impeto.

 

Così

ascoltando

osservando

e leggendo

straripano le signature,

che trapuntano il firmamento liscio

del sentire

con il loro luminoso ricamo di stelle.

 

Dischiudendo

nuovi

riconoscibili

orizzonti di significato

lungo la via.

 

L’Arte è come una sinestesia,

e la limitata singolarità dei sensi

non è in grado da sola

di cogliere

la profonda completezza del tutto.

 

In questo

consiste

la nostra firma:

nel rilievo

di emozioni

scolpite

nel nostro cuore.

 

di Sara Garino

 

(Copertina: Claude Monet, La dame avec le parapluie, 1886)

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo