Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Di tutto un po'

Saluzzo (CN) Pił vicini alla bellezza

Le iniziative culturali del Liceo Classico Bodoni

6 Ottobre
10:30 2018

Venerdì 28 settembre, noi alunni del Liceo Classico G. B. Bodoni di Saluzzo abbiamo partecipato ad un seminario presso la sala dell'Antico Palazzo Comunale.

La conferenza, introdotta dal nostro Docente di Cultura Musicale Diego Ponzo, è stata tenuta da Massimo Pitzianti. Egli è musicista, fisarmonicista in primo luogo, dell'orchestra di Paolo Conte. La lezione a cui abbiamo assistito è compresa nell'iniziativa "Un libro per the", promossa dalla Biblioteca civica e dall'Assessorato alla Cultura della Città di Saluzzo, che ha l'obiettivo di presentare al pubblico saluzzese libri di diverso genere durante tutto il corso dell'anno.

Per i ragazzi del Liceo Classico, l'incontro ha costituito un momento fondamentale nell'ambito del progetto Kallitopia: nei luoghi della Bellezza, che porteremo avanti nei prossimi mesi.

Pitzianti ci ha presentato il suo romanzo Le vie della fisarmonica, un libro che non racconta esclusivamente di musica, ma abbraccia la storia, la geografia e la cultura, nel significato più ampio del termine. Il titolo stesso richiama la Via della Seta e si collega dunque al percorso itinerante che la fisarmonica ha affrontato nel corso degli anni.

Come è stato esposto, la fisarmonica è uno degli strumenti più "giovani": verso la metà dell'Ottocento compaiono i primi modelli, ma solo negli anni Sessanta, si giungerà a ottenere lo strumento come lo intendiamo noi oggi. La fisarmonica, come spiega il musicista-autore, è l'io narrante, il soggetto sottinteso, il mezzo attraverso il quale nel libro vengono toccati molti temi di diverso genere. Ad esempio, uno dei capitoli di particolare rilevanza presenta la morte di Stalin.

La presentazione del libro è stata scandita da alcuni esempi musicali, durante i quali Massimo Pitzianti, alla fisarmonica, è stato accompagnato da Nunzio Barbieri e Luca Enipeo (alla chitarra) e Jino Steve Touche (al contrabbasso), tutti musicisti dell'orchestra di Paolo Conte. Essi hanno saputo attirare l'attenzione di tutta la sala, intrattenendo il pubblico e dimostrando una grande maestria e abilità musicale. I temi musicali proposti, da Bach a Scarlatti, costituiscono trascrizioni da composizioni originariamente scritte per altri strumenti.

La conferenza ha fornito a noi studenti l'occasione di sentirci più vicini alla Bellezza e di conoscere musicisti di alto livello, che ci hanno piacevolmente incuriosito e deliziato.

Arianna Caggiati - II Classico

Foto: Alessandro Dafarra - V Ginnasio

Liceo Bodoni – Saluzzo

 

Fotografie in proprio

Condividi l'articolo

Articolo riportato da

Commenti all'articolo