Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura

«Santi contemporanei del Beato Francesco Faà di Bruno», a Torino

La conferenza don Giuseppe Tuninetti si terrà presso la Chiesa di Nostra Signora del Suffragio e Santa Zita, martedì 23 ottobre, nell’ambito della mostra «Piemonte terra di santi»

22 Ottobre
12:00 2018

Domenica 21 ottobre, presso l’Istituto Faà di Bruno di Via San Donato n. 31, a Torino è stata inaugurata da Mons. Piergiorgio Micchiardi, Vescovo Emerito di Acqui Terme (AL) la mostra “Piemonte terra di santi, ai tempi di Francesco Faà di Bruno” di Anna Volpe Peretta, dedicata ai “Santi della Carità” che hanno reso Torino famosa nel mondo. È esposta una quarantina di ritratti dei “Grandi Fondatori”, come San Giovanni Bosco, San Giuseppe Cottolengo, San Giuseppe Cafasso, San Leonardo Murialdo, Santa Maria Mazzarello, il Beato Francesco Faà di Bruno e altri ancora affiancati a figure meno note come, ad esempio, la Beata Enrichetta Dominici, il Beato Marcantonio Durando, Padre Leopoldo Beccaro, il Venerabile Paolo Pio Perazzo.

La pittrice Anna Volpe Peretta, astigiana, ha al suo attivo numerose mostre personali e a tema: oltre ai santi piemontesi, le chiese romaniche, i paesaggi inconsueti dell’Europa e della Palestina, per citarne alcune.

Il giovane ricercatore Daniele Bolognini, che ha validamente collaborato alla realizzazione della mostra, che sarà visitabile tutti i giorni fino all’8 novembre, afferma: «Il XIX secolo vede sorgere a Torino e nel Piemonte, in un contesto politico e storico avverso alla Chiesa, una moltitudine di opere caritatevoli promosse da decine di sacerdoti e consacrati in risposta ai cambiamenti in atto di una società in rapida trasformazione per gli effetti della prima industrializzazione. Il fenomeno della migrazione dalle campagne trasforma il volto delle città che da piccoli centri diventano luoghi di aggregazioni di masse popolari bisognose di servizi, istruzioni e assistenza di vario genere. Oggi il ricordo di questi uomini e il loro operato è mantenuto dalle attività di istituti e congregazioni religiose fondate grazie ai loro carismi. Alcune di queste figure sono oggi venerate sugli altari, per altre è caduto l'oblio, m a il loro esempio è sempre attuale. La mostra di Anna Volpe Peretta ha il pregio di offrire i volti della maggior parte di questi personaggi».

Nell’ambito della mostra sono anche previsti due successivi incontri.

Martedì 23 ottobre alle ore 18,00 don Giuseppe Tuninetti, delegato arcivescovile per le Cause di Santi, terrà una conferenza dal titolo Santi contemporanei del Beato Francesco Faà di Bruno, presso la Chiesa di Nostra Signora del Suffragio e Santa Zita, in via San Donato n. 33.

Mercoledì 24 ottobre alle ore 16,00 ci sarà un incontro dell’Apostolato della Preghiera con padre Andrea Brustolon omv, sempre presso la Chiesa di Nostra Signora del Suffragio e Santa Zita, in via San Donato n. 33.

 

Piemonte terra di santi, ai tempi di Francesco Faà di Bruno

Mostra iconografica di Anna Volpe Peretta

Istituto Faà di Bruno -  Via San Donato n. 31 – Torino

La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino all’8 novembre, dalle ore 8,00 alle 10,00 e dalle ore 16,00 alle 18,30.

 

Per informazioni: cell. 338.8304980 – 349.6694494 – 011.489145

e-mail: daniele_bolognini@libero.it

arnaldo.peretta@alice.it

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo