Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca

L'evoluzione della realtà virtuale: nuovi speciali visori, realizzati da Microsoft, permettono di "scrutare nel corpo " dei pazienti prima di iniziare ad operare su di loro.

23 Ottobre
10:00 2018

Una nuova meraviglia della realtà virtuale permette un balzo verso un livello superiore impensabile fino ad alcuni anni fa, offrendo ai chirurghi la possibilità di aumentare notevolmente la sicurezza degli interventi,  riuscendo a garantire maggiori possibilità di successo per la guarigione dei pazienti. Un team dell'Imperial College London ha indossato dispositivi HoloLens nelle sale operatorie, un'attrezzatura  capace di mettere gli operatori nelle condizioni ottimali necessarie ad individuare più facilmente i vasi sanguigni, le ossa e i muscoli, rendendo le loro procedure più rapide e sicure.

HoloLens, realizzato da Microsoft, è essenzialmente un computer olografico integrato in un complesso visore  che consente di vedere, sentire e interagire con gli ologrammi all'interno di un ambiente. Microsoft ha costruito i visori che non necessitano di essere collegati in modalità wireless a un PC e ha utilizzato lenti ad alta definizione e tecnologia audio-spaziale, per creare un'esperienza olografica interattiva e coinvolgente.

L'HoloLens viene fornito con lenti olografiche semitrasparenti, in grado di generare ologrammi multi-dimensionali a colori, permettendo di sovrapporre  elementi virtuali sulla visione del soggetto che indossa tali lenti. Questo particolare le rende differenti dai comuni visori della realtà virtuale come HTC Vive, Oculus Rift e Playstation VR, che immergono il soggetto in un mondo completamente simulato, mentre la lente HoloLens utilizza il mondo reale come una tela su cui sovrapporre elementi virtuali.

Il sistema, estremamente leggero, è  in grado di far vedere e interagire con progetti di lavoro, come l'assemblaggio di modelli 3D, giochi come Minecraft, e video chat con versioni olografiche dei contatti Skype. I programmatori hanno enfatizzato la capacità di creare oggetti 3D, a cominciare dall'assemblaggio,  alla scelta dei colori, il tutto utilizzando semplici gesti  per muovere gli elementi che solo l'operatore vede, come se l'avesse realmente di fronte a se.

Uno degli usi più affascinanti, utilizzato dal personale della  NASA, che ha collaborato con Microsoft, è la possibilità di controllare i movimenti del Mars Rover Curiosity attraverso l'HoloLens. I visori  offrono al personale della NASA la possibilità di piantare bandiere virtuali sul terreno marziano e di lavorare come se fossero effettivamente sul pianeta stesso.

Microsoft sta inoltre collaborando con altre aziende per utilizzare HoloLens in modo pratico. Si prevede che Volvo porterà la tecnologia nei suoi showroom dove i clienti potranno vedere le diverse opzioni di colore per l'auto scelta e testare le caratteristiche di sicurezza della vettura in azione.

Altre modalità molto interessanti con cui HoloLens potrebbero essere utilizzate per gli sviluppi relativi alla salute, sono le loro potenziali applicazioni in medicina. E' stato infatti mostrato come sia possibile ai chirurghi tramite l'utilizzo di HoloLens utilizzare scansioni TC precedentemente acquisite,  sovrapponendo modelli digitali 3D ricavati da queste su un arto del paziente durante la chirurgia ricostruttiva.

La tecnica è stata utilizzata per aiutare i chirurghi a trasferire più facilmente e con maggiori possibilità di successo, i vasi sanguigni da un distretto all'altro del corpo per facilitare la guarigione di ferite complicate. Il dottor Philip Pratt, ricercatore presso il dipartimento di chirurgia e cancro dell'Imperial College di Londra, ha dichiarato che HoloLens permette ai chirurghi di disporre della possibilità di osservare in diretta  la reale anatomia di un paziente,  in modo molto rapido, preciso e altamente veritiero.

"Per eseguire l'operazione migliore, è necessario pianificarla meticolosamente in anticipo - afferma. Questa tecnologia ci permette di sperimentare i dati che abbiamo raccolto dai pazienti prima dell'intervento nel modo più realistico e naturale. Si osserva l'arto e si vede esattamente al suo interno; si vedono le ossa e il corso dei vasi sanguigni", come se fossimo ad un tavolo settorio".

Questa modalità di lavoro, di cui mai prima d'ora è stato possibile disporre,   consente di operare in condizioni di massima sicurezza, poichè è possibile simulare prima un'incisione virtuale sulla cute del paziente, studiando esattamente i piani anatomici sottostanti, potendo visualizzare in maniera esatta quali siano le strutture che si incontreranno e dove saranno dislocate, grazie ai dati acquisiti con la TC.

Le scansioni TC vengono condotte sul paziente per mappare l'arto, prima che l'operazione abbia inizio. Le scansioni ottenute vengono quindi  caricate su HoloLens, che posiziona le immagini sopra il paziente. Il chirurgo, o i chirurghi  che indossano i visori HoloLens, possono anche osservare ciò che i loro colleghi stanno guardando specificamente, consentendo una maggiore collaborazione oltre ad un più facile apprendimento, nel caso che il visore sia indossato da studenti delle branche specifiche.

Questa nuova attrezzatura, ulteriore evoluzione  della realtà virtuale fino ad ora conosciuta per lo più come attrezzo ludico, rappresenta dunque una progressione della Conoscenza; siamo di fronte ad una strumentazione capace di amplificare, fino a limiti di cui attualmente possiamo solo intuire lontanamente la portata,  le prospettive riguardanti il mondo della salute. Fra non molto i visori della realtà virtuale potranno verosimilmente essere visibili nelle sale operatorie mentre vengono utilizzate dalle equipe chirurgiche per eseguire i più complessi interventi chirurgici, che verranno eseguiti con sempre maggiore perfezione, a garanzia di un successo sempre più ottimale per la salute del paziente.

foto da  https://news.microsoft.com/en-gb/2018/02/08/surgeons-use-microsoft-hololens-to-see-inside-patients-before-they-operate-on-them/

https://news.microsoft.com/en-gb/2018/02/08/surgeons-use-microsoft-hololens-to-see-inside-patients-before-they-operate-on-them/

https://news.microsoft.com/europe/features/a-medical-revolution/

https://www.youtube.com/watch?v=qym11JnFQBM

 

 

Alcune foto presenti in questo articolo  sono state tratte da internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in queste fotografie, o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: ranero@tiscali.it

Si provvederà alla cancellazione del contenuto  nel minor tempo possibile.

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo