Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca

“Proietta Srl”. Le magie dei proiettori architetturali, incantesimi tra piazze, palazzi e vie

Nel polo industriale di Avigliana, la fabbrica dei sogni che illumina eventi e festività, animando palazzi, centri storici, qualsiasi superficie in ogni parte del mondo

18 Dicembre
08:30 2018
📷Galleria Fotografica

6 fotografie

Tra le difficoltà produttive che affliggono il comprensorio del torinese, un tempo vertice del triangolo industriale, alcune caparbie manifatture italiane resistono e si attrezzano, apprezzate per la qualità dei loro innovativi prodotti.

La “Proietta Srl” ha sede nella zona industriale di Avigliana, dove altre realtà produttive affermate nel mondo (Azimut Yachts,  SIGEA Spa, Mottura Serrature etc.), operano con vivace continuità, simboli di quella piccola e media industria che continua a trascinare il nostro Paese.

Dal 1993 la Proietta è una fucina di creatività che ha saputo interpretare la potenzialità di nuove tecnologie capaci di riprodurre immagini anche a grande distanza, come fantastici miraggi. Un’azienda all’avanguardia per l’eccellenza e l’originalità delle sue realizzazioni, faro di riferimento per un settore in crescita e che si presta a innumerevoli sviluppi.

La Proietta si avvale di due differenti squadre di esperti e di lavorazione. La prima, “l’hardware” del gruppo, si occupa del posizionamento e della funzione di proiettori architetturali & di protezioni climatizzate che consentono la proiezione “ognitempo” in ambienti esterni.

Il secondo team produttivo, un “software dall’intelligenza umana”, è formato da una squadra di artisti grafici che creano, compongono e danno vita a una illimitata gamma di immagini destinate ad essere proiettate su qualunque superfice: edifici, monumenti, capannoni, intere località, montagne, su qualsiasi oggetto. Tutto si trasforma in una iconografica scenografia animata.

Proiezioni scenografiche a Dublino

L’azienda si è fatta apprezzare sia per grandi installazioni internazionali (gran premio di Singapore, Natale a Dublino 2018, eventi in vari emirati arabi, ecc.), sia in Italia, con numerose installazioni in grandi centri urbani e in suggestive località minori.

Gli effetti delle proiezioni sono stupefacenti, danno vita a una nuova forma d’arte adatta a molteplici applicazioni: dal messaggio pubblicitario alla celebrazione di qualsiasi evento. È una nuova frontiera “cinematografica” che affascina e che attira un gran numero di visitatori, trasformando sempre lo spettacolo in un successo culturale e commerciale per “lo sfondo” & il luogo che lo ospitano.

Como e il magico festival natalizio

Ne è un esempio la città di Como, dove le figurazioni Proietta sono diventate un rendez-vous natalizio dalla magnetica attrazione turistica. Dando seguito alle precedenti edizioni, che hanno visto affluire  oltre 2 milioni di persone, anche nel 2018, Como ripeterà il festival delle luci e delle animazioni, con un nuovo volto.

Soddisfazioni professionali per un’azienda piemontese che continua a credere in sé e nel territorio, che resiste e non delocalizza, che amerebbe espandersi e fiduciosa, spera nelle opportunità di un prossimo futuro che sarà migliore. In un vento di Rinascimento per l’imprenditoria, per l’occupazione, per l’economia, per l’intero Bel Paese.

Per l’Italia, in effetti, terra custode di un patrimonio artistico unico al mondo, l’impiego di nuove tecnologie su vasta scala, potrebbe rivelarsi un nuovo settore per l’impiego e un immenso schermo virtuale su cui diffondere ogni tipo di messaggio culturale. Un palco di un teatro a cielo aperto, già pronto per accogliere un ipotetico spettacolo dalle forti potenzialità. L’architettura, la cultura, il patrimonio artistico e la storia del nostro Paese sono il palinsesto che aspetta solo un’abile regia.

Torino, ponte Vittorio Emanuele Iº tra piazza Vittorio Veneto e piazza Gran Madre

Restando in ambito torinese, diventa spontaneo immaginare questo immenso cinemascope proiettato a piazza Castello, sul palcoscenico di Palazzo Madama mutato in volto di Camillo Benso conte di Cavour, intento a incantare la folla con quelle tantissime cose che avrebbe da dire la nostra antica, storica città barocca. L’emulazione potrebbe contaminare il resto della Penisola?

Fonte delle immagini: Proietta Srl, Avigliana e reportage personale

https://avigliana.virgilio.it/via/viale-dei-mareschi

http://www.proietta.com/?p=servizi&l=en

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo