Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca

Uncem lancia l’Anno del Turismo lento

Alla scoperta di borghi e territori ricchi di storia e tradizioni

4 Gennaio
09:30 2019

Uncem lancia con il 2019 l’Anno del Turismo lento: un’altra via per valorizzare i territori italiani meno conosciuti dal Turismo internazionale. Come il 2016 è stato l'Anno nazionale dei cammini, il 2017 l'Anno nazionale dei borghi e il 2018 l'Anno del cibo italiano, il 2019 è dedicato a chi vuole viaggiare in Italia a passo lento, con particolare riferimento ai Comuni montani.

 

Questo tipo di turismo è inquadrato dalla stessa Legge nazionale sui piccoli Comuni e sui borghi, in qualità di motore di sviluppo dei territori. A tal proposito, Uncem indica che la crescita avuta in termini di fruizione dai treni d’epoca della Fondazione Fs Italiane, e  sulle nuove linee ferroviarie riattivate ad hoc per un totale di 600 chilometri, è di 130 mila turisti nel biennio 2016-2017, che sono aumentati del 45% rispetto al biennio precedente.

 

Gli obiettivi sottesi all’investimento in questo genere di Turismo sostenibile sono la tutela e la riproposizione innovativa di luoghi, memorie, conoscenze e artigianalità del nostro Paese. “Si sale e i paesaggi, il clima, le ricchezze storico-culturali, i monumenti, i percorsi segnati, i borghi si uniscono in un'offerta che sfida le tradizionali capitali del turismo internazionale e anche italiano. I nostri borghi e paesi montani, insieme ad altri di uno stesso territorio, costruiscono oggi un'offerta green, smart e slow. A portata di turisti stranieri e di prossimità. Costi contenuti, alta esperienzialità, grande scoperta e interazione”, si legge in conclusione alla nota con cui Uncem lancia l’iniziativa.

 

L.V.C.

 

(Immagine in copertina tratta da Montagna.TV)

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo