Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Di tutto un po'

Un'eccellenza nel mondo del Volontariato

Il Gruppo Comunale di Protezione Civile ed Antincendio Boschivo di Bergeggi (SV) acquisisce nuove forze e un nuovo mezzo operativo.

A destra Il Sindaco Roberto Arboscello con Alessandro Balestra Foto G.Guerreri
15 Gennaio
09:00 2019

 

Sabato 12 Febbraio, a Bergeggi SV, si è svolta la Cerimonia di consegna di un nuovo mezzo antincendio da parte dell’omonimo Comune.

Il Sindaco, Dr. Roberto Arboscello, durante il suo discorso ha evidenziato l’importanza del Nucleo di Volontari che si adoperano da anni per tutelare le aree boschive dagli incendi che, purtroppo, con una certa frequenza interessano le aree del Ponente ligure.

Le cause sembrano essere sempre le stesse, atti criminali di piromani che raramente vengono colti sul fatto e distrazioni di altri individui incoscienti, forse meno colpevoli, ma sicuramente non meno responsabili.

Il nuovo mezzo e i Volontari a 4 zampe

Foto G.Guerreri

 

Gli interventi del Gruppo Volontari, ha evidenziato il Sindaco, non riguardano solo gli incendi ma anche le emergenze dovute ai problemi di dissesto idrogeologico o ad altri importanti accadimenti, come i danni dovuti alla recente mareggiata che ha devastato i litorali della Liguria e della Toscana.

Una nuova importante risorsa del nostro Comune, ha proseguito Roberto Arboscello, è costituita dal nuovo Gruppo Cinofilo che ci permetterà di realizzare nuove tipologie d’intervento, atte a completare il quadro generale dei soccorsi.

Dalle parole del Sindaco di Bergeggi è emersa una percepibile sensibilità verso il gruppo di ragazzi che hanno dato una concreta disponibilità a donare il proprio tempo e le proprie professionalità per affrontare emergenze e problematiche di ogni tipo.

Il Gruppo di Volontariato prese vita il 9 Luglio del 1987 grazie alla capacità organizzativa di alcuni Bergeggini, coordinati da Franco Meistro; successivamente il coordinamento è stato affidato a Carmine d’Antonio che con l’aiuto di altri volontari ha risolto numerose criticità lungo tutta l’area di loro competenza.

Due delibere comunali, firmate dal Sindaco di allora Sig. Riccardo Borgo, decretarono la costituzione del Gruppo e del suo regolamento.

Attualmente il Gruppo Volontari di Bergeggi si avvale di un Coordinatore, Alessandro Balestra, e di 35 volontari operativi, ai quali dobbiamo aggiungere un altro Gruppo di 6 volontari che si avvalgono di altrettanti amici a 4 zampe, che insieme costituiscono 6 Unità Cinofile, adatte alla ricerca delle persone disperse.

Le due principali Mission del Gruppo sono la Prevenzione e l’Intervento.

Per Prevenzione si intende la complessa serie di operazioni da effettuare regolarmente sul territorio, come la pulizia dei sentieri e degli alvei dei torrenti, o lo sfoltimento delle piante e dei cespugli. Resta evidente che tanto maggiore sarà la realizzazione di un programma di pulizia delle aree boschive, tanto più semplice si rivelerà l’accesso alle zone interessate dalle problematiche locali e di conseguenza saranno agevolate tutte le tipologie d'intervento.

Il Sindaco con le Unità Cinofile

Foto G.Guerreri

 

Lo sfoltimento dei Pini di Aleppo, autentiche torce potenziali, si rende sempre più necessario per ridurre l’avanzare degli incendi e per consentire un rapido intervento nelle zone interessate.

La Prevenzione si realizza anche con il controllo capillare degli idranti sparsi sul territorio, Bergeggi si avvale di una rete importante di Punti Acqua che si sono dimostrati molto efficienti in svariate occasioni.

Alessandro Balestra ha ringraziato i Volontari del proprio Gruppo, molti dei quali non sono residenti a Bergeggi, ha ringraziato l’Amministrazione con il suo Sindaco, la Polizia locale nella persona del suo Comandante Enrico Canepa, la Regione ed il Coordinamento Provinciale dei Volontari di Savona.

Numerose esercitazioni, eseguite durante l’anno, fanno parte del necessario addestramento atto migliorare la qualità delle operazioni del Gruppo.

Durante la fase operativa degli Interventi, il Gruppo Volontari si attiva su chiamata del Sindaco, dei VVF e/o della Regione.

Oltre alla presenza di volontari correttamente formati e organizzati in squadre di soccorso, il Gruppo si avvale anche di tre mezzi antincendio fuoristrada, un carrello con gruppo elettrogeno e torre faro, due motopompe per aspirazione liquidi da utilizzare in caso di allagamenti. Inoltre dispone di numerose motoseghe, decespugliatori e varia attrezzatura per interventi manuali.

Negli ultimi 10 anni il Gruppo è intervenuto su più di 20 incendi, 15 eventi meteo avversi e 5 ricerche di persone disperse.

Il Comune di Bergeggi si inserisce in un quadro molto positivo di eccellenza operativa, esprimendo una struttura di tutela del territorio di grande efficienza. Il nuovo veicolo operativo, donato durante la recente cerimonia, va ad aggiungersi al parco mezzi già presente, garantendo un potenziale contributo alla maggiore sicurezza della località ligure.

Il Nuovo Mezzo Antincendio

Foto G.Guerreri

 

Le considerazioni che generalmente si esprimono su coloro che vengono definiti genericamente con il termine di “piromani”, raramente sottolineano la gravità delle “gesta” di questi individui. Molto spesso  si tratta di persone affette da patologie psichiatriche, che si “realizzano” creando incendi durante le giornate di forte vento, causando spesso casi di morte di esseri umani e di animali. Probabilmente le cosiddette “pene” non risultano essere adeguate, né come deterrenti al crimine, né come soluzioni terapeutiche. Rimane quindi presente il problema della inadeguata prevenzione di questi atti illegali che si trovano a cavallo tra criminalità e patologia mentale. 

Relativamente a questo secondo aspetto la soluzione risulta essere ancora più difficile, poiché gli occulti moventi andrebbero ricercati all'interno dello stesso quadro patologico.

La Cerimonia si concluse con la benedizione del Parroco di Bergeggi Don Silvester Soosai.

 

 

 

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo