Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Di tutto un po'

“Il Carnevale delle 2 Province” Rivoli & Saluzzo

Dal 10 febbraio al 3 marzo.

8 Febbraio
11:00 2019

La Città di Rivoli e la Città di Saluzzo, con i loro Enti deputati - la Pro Loco Rivoli e la Fondazione Amleto Bertoni – hanno annunciato ufficialmente la nascita di un partenariato: due storici Carnevale si uniscono e costruiscono un evento lungo quasi un mese.

 

Il Carnevale è una storia fatta di tradizioni, valori condivisi di amicizie, affetti, amore per la città in cui si vive, senso di appartenenza ad una comunità, una storia fatta di persone. I carristi, le maschere, i volontari che decidono di donare il proprio tempo e la propria allegria per una festa all’insegna del divertimento. Una storia fatta di territorio. Ecco allora che i Savoia si affacciano sul Marchesato, mentre la Castellana si spinge sino alla dimora del Conte Verde (Amedeo VI di Savoia).

 

Ma non solo. Sarà la frutticoltura e la terra a raccontarsi, con il Carrinfrutta del Comune di Barge che sarà ospitato a Rivoli. Barge, la compagine che sicuramente più di tutte ha saputo reinterpretare il Carnevale al “gusto di frutta” costruendo carri molto belli e di grande impatto, coinvolgendo le realtà imprenditoriali del settore.

 

Un fitto programma di eventi

 

Quali saranno i nomi e i volti delle maschere del 91º Carnevale Saluzzese? È Romano Boglio, vicepresidente della Fondazione Bertoni che da anni segue in prima persona l'organizzazione del Carnevale, a dare la notizia: «Aurelio Seimandi sarà per il secondo anno di fila l'eclettico e allegro Ciaferlin, accompagnato dai due Ciaferlinot. Per il musicista, conduttore tv e direttore del Complesso bandistico della Città di Saluzzo e della Banda Musicale di Paesana, un bis festoso e allegro».

Ancora top secret, invece, i nomi delle damigelle e della Castellana.

Le visite alle scuole, ad asili e case di riposo avranno inizio lunedì 18 febbraio, dopo la consegna delle chiavi della città e la cerimonia ufficiale di investitura della 67ª Castellana, che avverrà domenica 17 febbraio. Fino al 3 marzo, quindici giorni intensi di appuntamenti per i grandi, ma soprattutto occasioni di festa, incontro e condivisione per i bambini.

La festa avrà inizio il 10 febbraio con un fuori programma. Le maschere del saluzzese saranno ospiti del via al Carnevale di Rivoli.

La domenica successiva in scena l'investitura della Castellana. Un'idea nata nel 2018 dalla collaborazione con Don Marco Casalis che ha saputo riunire ben dieci gruppi di dieci oratori diversi. Un Carnevale dei Bambini perché siano loro a ritornare protagonisti, mascherandosi e partecipando alla festa di piazza. Quindi, domenica 24, tutti a Rivoli per la grande sfilata di corso Francia.

Si proseguirà giovedì 28 con una serata danzante aperta a tutti, a base di musica liscio all’interno della Fondazione Amleto Bertoni, mentre si riconferma per sabato 2 marzo il Veglione di Carnevale. Dj set, hamburger, patatine, birra artigianale e vino del saluzzese (siamo per la qualità e non per la quantità!) saranno gli ingredienti di una serata in maschera a ingresso gratuito sempre nelle Antiche Scuderie. Novità, il veglione in maschera sarà fatto quest’anno al Pala CRS, infatti la grande affluenza dell’anno passato ha indotto la Fab a cercare uno spazio più grande e adatto ad una grande festa in maschera.

Domenica 3 marzo la grande sfilata: Barge, Oratorio di Verzuolo e Oratorio Odb di Saluzzo con i Carri in Frutta; Piobesi Torinese, Carmagnola, Candiolo, Cambiano, Santena, Roletto e Luserna San Giovanni con gli imponenti carri in cartapesta.

Lunedì 4 ballo dei bambini al Foro Boario e martedì 5 ultima giornata in compagnia di Castellana e Ciaferlin in piazza Cavour per un pomeriggio in giostra con merenda, premiazione del concorso “Coriandoli di frutta” ed estrazione del numero vincitore della Lotteria di Carnevale.

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo