Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Politica Locale

Coordinamento piemontese di Movimenti ed Associazioni del Piemonte

È nato a Volpiano (Torino) per impulso del consigliere regionale Luca Bona

Alcuni partecipanti all'incontro
7 Febbraio
14:00 2019

Sabato 2 febbraio, a Volpiano (Torino), per la prima volta, dopo molti anni, i movimenti autonomisti piemontesi si sono riuniti ad un tavolo su impulso del consigliere regionale Luca Bona, presidente di ALPI (Associazione Libera Per L'Insubria), in modo da poter dialogare, coordinarsi e rappresentarsi meglio.

Sono state tre ore intense di discussione delle idee, in modo da confrontarle e ragionarvi sopra, con lo scopo di unire le forze per incidere di più e dare forza ai territori della nostra regione.

Erano presenti otto tra movimenti e associazioni del mondo autonomista piemontese oltre a uditori di altri movimenti e partiti.

Al termine dei lavori è stato rilasciato il seguente comunicato:

 

Oggi 2 febbraio 2019, i sottoscritti Movimenti ed Associazioni del Piemonte si sono riuniti a Volpiano per dare vita ad un unico Coordinamento piemontese finalizzato all'ottenimento del massimo risultato realizzabile per una reale autonomia differenziata del Piemonte.

Il Coordinamento è aperto, oltre alle istanze autonomiste e federaliste, anche ai Valori del liberalismo e del riformismo europeo.

Tutti coloro che si riconoscono in questi obiettivi potranno portare il loro contributo per il raggiungimento del progetto.

Il Coordinamento si riunirà a breve per meglio definire programmi e attività

Il Coordinamento è costituito da:

- ALPI - Associazione Libera Per L'Insubria

- COMITA' PIEMONT

- CONFEDERAZIONE GRANDE NORD

- COMITATO PIEMONTE VCO

- SiAmo TORINO.

«Come autonomista, come consigliere regionale e come presidente di ALPI, sono davvero molto soddisfatto – ha commentato Luca Bona - porto avanti queste istanze da sempre e mi fa piacere constatare che finalmente si cominci a capire che la frammentazione in questo ambiente va superata».

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo