Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Scienza e Salute

Torino - Cinque Rotary Club donano un nuovo Riunito Cart

Per la Riabilitazione orale protesi maxillo facciale e implantologia dentaria della Città della Salute

19 Febbraio
09:45 2019

Cinque Rotary Club di Torino donano un nuovo Riunito Cart per la riabilitazione orale protesi maxillo facciale e implantologia dentaria della Città della Salute di Torino. Martedì 19 febbraio, alle 11, al padiglione San Lazzaro (4° piano di via Cherasco 23), si terrà l'inaugurazione del nuovo Riunito Cart, donato da Rotary Torino Dora, Torino Contemporanea, Torino Europea, Torino Lagrange e Torino Superga nell'ambito del progetto “Un dentista per amico”.

Si tratta di un Riunito Cart di nuova generazione del valore di circa 15mila euro per rafforzare le prestazioni della struttura universitaria di Riabilitazione orale, protesi maxillo facciale e implantologia dentaria (diretta dal professor Stefano Carossa), al fine di gestire cure personalizzate a pazienti non collaboranti o a pazienti che si oppongono per motivi psico fisici alle cure odontoiatriche.

Il Riunito Cart, acquistato grazie al Service condotto dal Rotary Club Torino Dora (presieduto dal dottor Paolo Ribetto) con altri quattro Club Rotary nell’ambito del progetto “Un dentista per amico”, sostituisce l’attuale riunito odontoiatrico ormai obsoleto e permette di eseguire trattamenti che non possono essere effettuati in regime ambulatoriale, in quanto è difficile effettuare un approccio terapeutico normale con i pazienti interessati sia per ragioni di paura ed ansia che di difficoltà nella comunicazione e nei movimenti.

La struttura, che ha come referente il dottor Ezio Sindici, avrà quindi la possibilità di elevare i livelli di qualità e di sicurezza e di evitare, per motivi di funzionalità dell’attuale attrezzatura, dilazioni e sospensioni delle sedute operatorie, aumentando i livelli di servizio e migliorando la risposta alle necessità dei pazienti che per la loro fragilità hanno bisogno di particolari attenzioni.

Insomma un’attenzione in più per i pazienti e che, con la cooperazione tra la struttura pubblica e la società civile che il Rotary rappresenta, permette a professionisti di valore di operare al meglio con strumentazioni che garantiscono il migliore aggiornamento tecnologico.

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo