Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Torino

Torino. Appendino, scriteriata sino all’affondo

Varate dalla Giunta le misure pasticciate per limitare l’accesso al centro dalle 7,30 alle 19,30

28 Febbraio
08:00 2019

Non è bastato A Chiara Appendino l’effetto conseguente all’approvazione dell’odg. contro la TAV, votato dalla sua maggioranza il 29 ottobre dello scorso anno.

Dopo quel voto privo di efficacia pratica, in ben due occasioni, oltre 30.000 cittadini hanno raccolto l’appello di Mino Giachino e sono scesi in piazza per ribadire l’importanza della TAV e la contrarietà alla stagnazione ed alla decrescita nella quale la nostra indegna prima cittadina ci sta relegando. Nel frattempo i grillini si stanno prendendo botte ad ogni consultazione elettorale e litigano furiosamente tra di loro, con non poche defezioni. Ad iniziare dal gruppo consigliare del M5S in comune, che sta perdendo i pezzi. Ma lei, imperterrita persevera nell’errore.

Così la giunta comunale ha approvato l’altro ieri il tanto decantato provvedimento volto a limitare l’accesso al centro cittadino ai veicoli a motore dalle 7,30 alle 19,30 dei giorni feriali.

Ovviamente le ragioni ambientali non c’entrano un fico secco. Chi pagherà all’incirca cinque euro, potrà scorrazzare più di prima per il centro della città ed  a seconda del tipo di veicolo, inquinare a suo piacimento.

La sindaca ripercorre, in modo disdicevole, la vendita delle indulgenze!

Nei mesi scorsi, oltre alle rappresentanze dei commercianti e della piccola impresa, si è consolidato il movimento tra i cittadini il movimento “NOZTL” che sta pavesando con il suo logo le vetrine  della città. Quel che in queste ore maggiormente indigna la cittadinanza è il modo con il quale Sindaca ed assessore Lapietra, continuano a prendere in giro Torino.

Infatti, nell’ambiguo comunicato emesso, mentre si annuncia che diventerà a pagamento l’accesso alla ZTL centrale e precisamente che “ l'accesso dalle 7.30 alle 19.30 dei giorni feriali verrà regolamentato con il pagamento di una tariffa che dovrebbe essere pari al costo di due ore di sosta, cioè 5 euro, si precisa che " la delibera della giunta comunale è solo il primo passo di un iter che proseguirà con l'affidamento della gestione del progetto e la definizione delle regole di accesso e della tariffe”

Oggi si illustra una scatola vuota, ma quale tranello o altre misure vessatorie potrà contenere? Questo, è ad oggi l’amletico dubbio. L’unica speranza che rimane ai torinesi riguarda la decorrenza. Si parla del 1 gennaio 2020. Intanto in città si sta organizzando la mobilitazione che dal Comitato “NoZTL” arriva ai partiti di opposizione ed altre entità.

Tra vicende giudiziarie in corso, sfarinamento della maggioranza e azzeramento dei grillini a livello nazionale, forse al prossimo gennaio di Chiara Appendino rimarrà solamente un pallido, ma amaro ricordo.

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo