Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Juventus

Pianeta Juve - Una juventus orribile vince contro il Napoli

L'Analisi di Marco Rabellino

4 Marzo
10:30 2019

La partita clou del campionato la Juventus la gioca con una doppia faccia.

Un primo tempo in cui pressa il Napoli portandolo all’errore che porta all’espulsione di Meret.

Sul calcio di punizione che ne scaturisce, Pjanic disegna una curva perfetta che si insacca. Il Napoli in 10 viene abbattuto dai bianconeri che segnano anche il secondo gol con Emre Can di testa.

Il Napoli cerca il pareggio subito con Zielinski che centra il palo in contropiede.

Nel secondo tempo viene espulso Pjanic per somma di ammonizioni e col ripristino della parità numerica la Juventus affonda.

I bianconeri passano tutto il secondo tempo chiusi in difesa, con lanci lunghi sempre sbagliati che riconsegnano palla agli azzurri e tanti, troppi errori in disimpegno.

Il Napoli con Callejon accorcia le distanze al 61’. La Juve va sempre più in affanno. Il centrocampo sparisce, Emre Can e Matuidi spariscono dal campo e la Juventus si affida a Bernardeschi, Ronaldo e Mandzukic serviti con lanci inutili dalla difesa alla trequarti.

Non si crea gioco, non si affonda, non si pressa. I Bianconeri sembrano una squadretta di campagna che si scontra contro la migliore del mondo.

Nel finale la partita sfocia nel ridicolo. A 82’ cross in area bianconera, Alex Sandro tenta l’intervento di testa e atterrando si trova addosso la palla ricrossata dal giocatore del Napoli. Palla toccata col braccio largo ma senza volontà.

L’arbitro ferma il gioco e dopo le numerose richieste di revisione al Var anche da parte di Ancelotti, va a rivedere. In tv si vede la scenetta dell’arbitro che visiona solo il fermo immagine del brasiliano che tocca palla col braccio e decide per il rigore.

Rigore che Insigne calcia sul palo, segno che un rigore inesistente non deve essere segnato. A pochi minuti dal 90’ Dybala viene steso da Koulibaly. Gioco che avanza e viene stoppato da Chiellini che butta fuori palla per consentire le cure.

I grandi giocatori napoletani riprendono il gioco senza restituire palla dimostrando grande fair play. Alla fine finisce 2-1 per i bianconeri.

Male le prestazioni di Mandzukic che non trova inserimenti negli attacchi bianconeri. Utile più in ripiego.

Male anche Cancelo che gioca da sufficiente nel primo tempo poi scompare nel secondo. Viene sostituito da De Sciglio che dovrebbe dare sostegno al reparto difensivo ma invece non entra in partita.

Pjanic calcia una splendida punizione poi però si fa espellere con un intervento evitabile.

Matuidi gioca molto bene nel primo tempo, nel secondo invece si spegne e sbaglia molto.

Emre Can sigla il secondo gol dei bianconeri, lasciato solo dalla difesa del Napoli. Recupera molti palloni ma nel secondo tempo scompare insieme ai suoi compagni di reparto.

Ronaldo tiene su la squadra ma pecca di egoismo quando invece di consegnare palla a Bernardeschi, meglio piazzato e solo, si intestardisce e va al tiro.  Si procura la punizione vincente e il rosso diretto a Meret. Non è il miglior Ronaldo visto negli anni precedenti.

La difesa alcune pecche le ha messe in evidenza ma comunque Chiellini e Bonucci sono due saracinesche. Sul gol di Callejon Chiellini perde la marcatura.

Una squadra così contro le migliori d’Europa non andrà tanto lontano. Continua a non esserci un gioco, i giocatori sembrano stanchi e svogliati.

Anche con nuovi innesti, il ciclo di Allegri è ormai alla fine?

 

Marco Rabellino

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo