Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Torino

Pralormo (TO) - Messer Tulipano rende omaggio a Leonardo Da Vinci

Tutti i visitatori che si chiamano “Leonardo” potranno entrare gratuitamente a Messer Tulipano

Foto di repertorio (guidatorino.com)
12 Aprile
15:00 2019

Anche Messer Tulipano in occasione delle celebrazioni leonardesche, che ricorrono quest’anno, rende omaggio a Leonardo Da Vinci (Vinci, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519), grande pittore, scultore, inventore, ingegnere militare, scenografo, anatomista, pensatore, uomo di scienza, considerato uno dei più grandi geni dell'umanità.

Da domani, sabato 13, a domenica 21 aprile nel percorso di visita di Messer Tulipano si potranno osservare la replica del dipinto dell’Annunciazione a lui attribuito e il suo modellino di aliante, ricostruito da un esperto, nel corso della giornata di domenica 14 aprile.

Leonardo da Vinci compare raffigurato anche sul soffitto di uno dei saloni visitabili all’interno del Castello di Pralormo: in uno dei medaglioni affrescati con la tecnica a “grisaille”, e raffiguranti famosi letterati, architetti, pittori e artisti si riconosce anche Leonardo.

Infine, per tutta la settimana, in omaggio al grande personaggio, tutti i visitatori che si chiamano “Leonardo” potranno entrare gratuitamente a Messer Tulipano.

Ecco gli eventi collaterali. Sabato 13 aprile, alle 16, “Pastori di anime, cacciatori di erbe” conversazione a cura di Fabrizio Bottelli, direttore del Giardino Botanico di Oropa. Un racconto sui religiosi che, oltre aver consacrato la loro vita alla fede cristiana, si sono anche appassionati all’esplorazione della natura e in particolare allo studio della botanica. Lo spirito missionario ha da sempre spinto i pastori di anime verso nuovi continenti dove, oltre a predicare e diffondere il Vangelo, hanno contribuito ad arricchire le conoscenze naturalistiche relative a diversi paesi esotici come testimoniato dalle collezioni (soprattutto erbari) conservate in molti istituti religiosi.

Il motivo dell’interesse per la botanica da parte dei religiosi probabilmente derivava dalla contemplazione delle bellezze naturali del creato unita all’osservazione dell’ambiente circostante sia in luoghi sconosciuti all’arrivo in continenti lontani, sia nel percorrere a piedi i viottoli di campagna e di montagna per raggiungere i parrocchiani nelle borgate sperdute. Va ricordato inoltre che l’approfondire la conoscenza delle piante medicinali per alleviare le sofferenze delle persone malate ha sempre fatto parte della tradizione conventuale e ancor oggi molte preparazioni erboristiche utilizzano immagini di frati e abbazie quasi a garanzia della qualità del prodotto.

Al termine della conversazione degustazione di tisane a base di erbe. Nel corso della giornata: dimostrazioni di acquerello botanico e di intaglio del legno.

Per i più piccoli:

pista dei trattorini a pedali per piccoli agricoltori a cura di New Holland. Nel corso della giornata attività a cura della libreria La Farfalla di Snipe.

Domenica 14 aprile, esposizione nel parco, in occasione del raduno del Club Alfa Romeo Duetto, di un’Alfa Romeo Duetto di famiglia modello “osso di seppia” del ’68 e dimostrazioni di acquerello botanico e di intaglio del legno. Nel pomeriggio: esibizione di danze storiche di epoca risorgimentale in costume del gruppo Storico Historia Subalpina.

Per i più piccoli:

pista dei trattorini a pedali per piccoli agricoltori a cura di New Holland. Nel corso della giornata attività a cura della libreria La Farfalla di Snipe. Alle 15 e 16,30 circa: attività “La moda di un seme” a cura di ArteNa.

Il seme col manto alato, quello ad uncino, quello che esplode. La natura si esprime nelle sue strategie più vincenti e nella sua elegante fantasia. Noi sappiamo imitarla? Un momento di gioco dedicato ai bambini dai 5 anni in sù per scoprire il modo dei semi, i loro decori e i loro stratagemmi di disseminazione.

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo