Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Juventus

Pianeta Juve - Una brutta prestazione per i bianconeri che pareggiano a Milano contro l’Inter

L'Analisi di Marco Rabellino

28 Aprile
12:30 2019

Inizio sull’acceleratore per l’Inter che al 7’ passa in vantaggio grazie ad un gran tiro al volo di Nainggolan che si insacca nell’angolo basso.

Ci prova anche Icardi ma il tiro finisce alto. Al 18’ Ronaldo fa da assistman a Bernardeschi che dal limite dell’area scarica un sinistro che vola alto sopra la traversa. Al 29’ Matuidi blocca a pochi passi un tiro di Icardi su sviluppo di calcio d’angolo.

Nel secondo tempo la Juventus cresce e trova il pareggio con Ronaldo al 62’. Scambio perfettto con Pjanic e tiro calibrato potente rasoterra che trafigge Handanovic.

Inter di nuovo pericoloso con Perisic che da pochi passi calcia addosso a Szczesny. Nel finale doppia occasione prima con Pjanc e poi con Emre Can dalla distanza con palla che passa di poco sopra la traversa. L’ultimo squillo della partita lo regala Ronaldo che mette in mezzo un pallone tagliente sul quale il giovane Pereira non riesce a concludere a  rete.

Stasera Szczesny si è fatto trovare impreparato sul tiro di Nainggolan e forse è l’unica incertezza avuta in tutti i 90’ perché poi salva il risultato più volte. Peccato

Ancora una volta Cancelo non imprime quel brio che ci si aspetta da lui sulla fascia. Molto discontinuo nelle prestazioni.

Chiellini rientra dopo quasi un mese di stop e si trova a gestire una Juve ormai arrivata e con la pancia piena. Fa fatica a riprendere ritmo.

Bonucci entra in campo dopo quasi 15’ con vari rischi corsi. Si rimette in riga e insieme a Chiellini chiude gli spazi agli interisti.

Cuadrado mette velocità e imprevedibilità sulla fascia anche se è un po’ troppo falloso

Emre Can è uno dei migliori, copre tutto il campo e va sempre in chiusura sugli avversari. L’unico che forse ha ancora voglia di mettersi in mostra in questa stagione.

Matuidi ha finito le energie, manca di grinta e fisico. Salva su Icardi un possibile gol da pochi passi.

Pjanic gioca bene e il colpo di tacco che serve Ronaldo sul gol è eccezionale.

Alex Sandro manca di aggressività. Non brilla neanche stavolta.

Bernardeschi  come Matuidi ha finito le energie. Resta nell’ombra per tutta la partita senza guizzi degni di nota.

Ottimo Spinazzola, entra bene in campo e esegue le due fasi molto bene. Bel giocatore.

Kean subentra nel secondo tempo e la Juve riprende vita. Più movimento e più velocità.

Infine Ronaldo. Per 60’ non si vede, ma il campione tira fuori dal cilindro il tiro del pareggio. Il suo zampino c’è sempre.

A mio parere i bianconeri saranno arbitri di molte posizioni in classifica in quanto non hanno più niente da dire e quindi non più voglia di strafare. In quest’ottica occhio al derby perché magari lo concediamo ai cugini granata per la volata europa.

 

Marco Rabellino

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo