Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Juventus

Pianeta Juve - I bianconeri dominano e perdono a Roma

L'Analisi di Marco Rabellino

13 Maggio
09:30 2019

La Juve domina ma la partita la vincono gli avversari.  Un primo tempo quello dei bianconeri che non si vedeva da un po’ di partite. Aggressivi ma imprecisi e anche sfortunati. Prima Cuadrado servito da Emre Can, da pochi passi e tutto solo, si vede deviare il tiro da Mirante; poi Dybala, servito da Ronaldo dopo aver dribblato tre avversari, si vede respingere un tiro a giro indirizzato sotto la traversa.

I giallorossi però sono in partita e con Pellegrini scheggiano l’incrocio dei pali.  La Juve torna vicina al gol con Dybala . portiere battuto ma palla che finisce sui due pali e torna in campo. Nel secondo tempo El Shaarawy ingrana la quinta e va vicino al gol dopo una ribattuta. Palla alta di poco ma i bianconeri faticano a star dietro al giallorosso.

Gol che arriva con Ronaldo, servito da Dybala, ma che viene annullato per un fuorigioco millimetrico. Ancora bianconeri pericolosi con Emre Can che finalizza un contropiede spedendo palla sui piedi di Mirante. La Juve si spegne e subisce il gol della Roma. Florenzi si smarca bene e raccoglie il passaggio filtrante di Dzeko eseguendo un pallonetto su Szczesny in tuffo.

Dzeko chiude la partita al 92’ con un gol su contropiede innescato da Under. Il punteggio finale sottolinea la voglia dei giocatori bianconeri di andare in vacanza non avendo più niente da chiedere al campionato. Molta imprecisione sotto porta e alcune lacune difensive che in altri momenti non si sarebbero presentate.

Diciamo che nella Juventus ormai si salvano in pochi. Poca voglia di combattere, la testa non esiste più e le partite si giocano solo perchè si deve.

Szczesny salva il salvabile, eseguendo un paio di parate super e sui gol è incolpevole.

Spinazzola è l’unico della difesa che mostra grinta e voglia di mettersi in mostra. Si mostra spesso in avanti scavallando Florenzi ed arrivando a crossare regolarmente. Cala come da pronostico verso la fine come tutta la squadra.

Chiellini gioca una buona partita fino al momento in cui si lascia scappare Florenzi che segnerà il gol del vantaggio. Un errore che costa caro.

Caceres è lontano parente dell’uruguagio visto precedentemente nella Juve di qualche anno fa.

De Sciglio  sbaglia molto sia sui movimenti che nell’impostazione. El Shaarawy ha vita facile sulla sua fascia.

Emre Can e tra i migliori. Gioca d’autorità il primo tempo poi col passare dei minuti si spegne. Manca ancora di condizione dopo l’infortunio. Sara’ per l’anno prossimo.

Pjanic e Matuidi giocano una partita al minimo dei giri, il bosniaco crea il minimo indispensabile e tenta la soluzione personale alcune volte mentre il francese si fa notare recuperando molti palloni come quello che da il largo all’azione del gol annullato a Ronaldo.

Betancour entra dalla panchina ed era meglio lasciarcelo. Sbaglia troppo e come ormai spesso accade si sente già a Ibiza col mojito in mano.

Cuadrado va a sprazzi. Sbaglia un gol da pochi passi e crea meno di quanto ci si aspetti da lui. Stagione da dimenticare.

Ronaldo gioca un primo tempo buono. Dialoga bene con Dybala e mette in crisi la difesa giallorossa con le sue giocate. Sparisce anche lui come se rassegnato nel vedere la squadra non impegnarsi.

Dybala gioca i primi 45’ super con due occasioni potenziali parate da Mirante poi svanisce e si perdono le sue tracce.

Constatato che i bianconeri si sono attestati nella fase della delusione post eliminazione, le partite finora giocate sono state prese come allenamenti o sgambate mattutine. Non ci resta che attendere la fine del campionato gustandoci le altre due partite rimanenti senza aspettarci chissachè.

 

Marco Rabellino

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo