Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Torino

"La prevenzione sanitaria oggi. Il ruolo del Terzo Settore, del pubblico e del privato", a Torino

Nell'incontro, organizzato dall'Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) presso il 32° Salone del Libro, Fabrizio Pregliasco, Maria Rosaria Gualano e Patrizia Durante hanno discusso di interventi di prevenzione sanitaria

Da sin.: P. Durante, M.R. Gualano, F. Pregliasco (Foto Anpas)
15 Maggio
10:00 2019

L’Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), nata nel 1904 dal movimento delle Società Operaie di Mutuo Soccorso, è una delle organizzazioni di volontariato più grandi d’Italia con 930 pubbliche assistenze e che oggi conta 103.266 volontari attivi, 339.543 soci, 4.081 dipendenti, 2.674 giovani in servizio civile in più di mille presìdi in tutte le regioni d’Italia. Anpas si occupa di soccorso e trasporto sanitario, protezione civile e ambientale, servizi sociali, cultura e cooperazione internazionale.

L’Anpas Comitato Regionale Piemonte rappresenta oggi 81 associazioni di volontariato con 10 sezioni distaccate, 9.785 volontari (di cui 3.611donne), 6.403 soci, 447 dipendenti, di cui 55 amministrativi che, con 415 autoambulanze, 206 automezzi per il trasporto di persone disabili, 224 automezzi per il trasporto persone e di protezione civile e 4 imbarcazioni, svolgono annualmente 479.221 servizi con una percorrenza complessiva di quasi 16 milioni di chilometri.

Questa premessa è necessaria per poter apprezzare l’impegno dell’Anpas al 32° Salone internazionale del Libro di Torino dove l’assistenza sanitaria è stata garantita dalle Associazioni Anpas del Piemonte con il coordinamento metropolitano delle Pubbliche Assistenze Anpas del Torinese e di Croce Verde Torino.

Le Pubbliche Assistenze coinvolte, oltre la Croce Verde Torino, sono state: Croce Verde Arquatese, Croce Verde Bagnolo Piemonte, Sre Servizio Radio Emergenza di Grignasco, Ivrea Soccorso, Croce Bianca Volpianese, Croce Verde Cumiana, Croce Verde None, Croce Bianca Orbassano, Croce Bianca Rivalta, Croce Verde Rivoli, Croce Verde Vinovo Candiolo Piobesi, Croce Giallo Azzurra di Torino e Croce di Collegno.

Nelle cinque giornate del Salone del Libro i volontari Anpas hanno svolto oltre 100 servizi di assistenza e soccorso sanitario, assicurando un pronto intervento a visitatori e standisti. Al Salone hanno turnato complessivamente oltre trenta volontari soccorritori in possesso di Certificazione regionale per il trasporto in ambulanza e una decina di coordinatori Anpas.

I volontari Anpas, in particolar modo i giovani, erano anche presenti al Salone del Libro con un proprio stand per promuovere con materiali informativi e relazioni dirette, la cultura, i valori e lo spirito del volontariato.

Quest’anno al Salone tra i numerosi convegni, appuntamenti e dibattiti anche un incontro, con il presidente nazionale Anpas Fabrizio Pregliasco, su “La prevenzione sanitaria oggi. Il ruolo del Terzo Settore, del pubblico e del privato” che si è tenuto nel pomeriggio di lunedì 13 maggio.

Fabrizio Pregliasco, Maria Rosaria Gualano del Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche presso l’Università degli Studi di Torino e la giornalista e scrittrice, Patrizia Durante hanno discusso di interventi di prevenzione sanitaria, via principale attraverso cui tutelare la salute dei cittadini.

Fabrizio Pregliasco, presidente nazionale Anpas: «Una bella occasione, qui al Salone del Libro, per parlare di prevenzione. Un argomento che ci interessa particolarmente perché facciamo prevenzione tutti i giorni facendo i volontari, facendo la formazione ai volontari e nello svolgere attività di soccorso sanitario.

In ambito di protezione civile parliamo di prevenzione in termini di rischio sismico, idrogeologico e ambientale e di corretti comportamenti da tenere in caso di emergenza.

Sicuramente un ruolo quello del Terzo settore e di Anpas e che va rilanciato. Abbiamo parlato anche delle problematiche inerenti alle risorse e di quanto abbiamo bisogno rispetto alle istituzioni in termini di supporto e di facilitazione in questo lavoro di squadra».

Foto Anpas

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo