Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura

Milano - Il Genio della Pop Art Roy Lichetenstain in mostra al Mudec

Cento opere tra arazzi, sculture tutto sull’arte pop che ha affascinato intere generazioni di creativi, dalla pittura alla pubblicità

15 Giugno
09:30 2019

Il Museo delle Culture di Milano (Mudec)  presenta una interessante mostra sulla pittura del grande  pittore statunitense: “Roy Lichetenstain. Multiple Vision”ritenuto uno dei maggiori esponenti della pop-art -movimento nato in Inghilterra agli inizi degli anni’50 del secolo scorso fino   all’inizio del 1960 -  ed uno degli innovatori più significativi della pittura americana contemporanea.

La mostra  promossa dal Comune di Milano - Cultura e da 24 Ore Cultura -Gruppo 24 Ore è  curata da Gianni Mercurio ( uno dei massimi studiosi,   che da oltre vent’anni studia Lichetenstain). La retrospettiva è  composta da circa  cento opere che comprendono prints (anche di grande formato), sculture, arazzi, un ampia selezione  dieditions provenienti da prestigiosi musei, istituzioni e collezioni private europee e americane (la Roy Lichtenstein Founsation, la National Gallery of Art di Washington, il Walker Art Center di Minneapolis, la Fondation Carmignac e Ryobi Foundation, Gemini G.E.L. Collection), oltre a video e fotografie. Il progetto espositivo è accompagnato da un esauriente catalogo edito 24 Ore Cultura (pp.220  riccamente illustrato €32.00) con saggi di Gianni Mercurio Roy Lichtenstein, Kenneth Tyler, Nicola Veriato, Avis Berman.  La grande mostra rimarrà aperta al pubblico fino all’8 settembre 2019.

 Edoardo Garrone Presidente Gruppo 24 Ore : “Siamo orgogliosi di aver creato, ancora una volta, un progetto espositivo che coniuga magnificamente la ricerca sui linguaggi  artistici con un tipo edutainment sempre attento al dialogo interculturale”.

L’esposizione si sviluppa seguendo un’interessante percorso tematico introdotto dalla sezione “Immagini epiche” con il riporto di una intervista al grande maestro rilasciata nel 1971:“So di aver sempre avuto una certa sensibilità nei confronti della pittura ufficiale, o di qualsiasi dipinto a soggetto storico, archeologico o monumentale. Ed è ancora così. E’ la relazione di tali dipinti con soggetti grandiosi, da cui traggono la loro forza, a interessami. E questo è un anatema rispetto alla tendenza centrale dell’arte a partire dagli anni Cinquanta.  […]”.

Nelle prime sale viene presentata una serie di opere che ripercorre le diverse tecniche artistiche utilizzate dal maestro dagli anni Cinquanta agli anno Settanta, e che approfondisce le tematiche iconografiche protagoniste delle opere di quel periodo, quel movimento espressione della società e dell’immaginario collettivo ed era rivolto alla massa e non al singolo  individuo, poi si continua sezione per sezione analizzando oggetti quotidiani, Actions comics  Figure femminili Paesaggio Astrazione interiors.

 Anna Maria Montalto direttrice del Mudec:“Con Roy Lichtenstein  il Mudec presenta un nuovo progetto di grande interesse culturale, in grado di stabilire nuove e inusuali connessioni tra arte, etnografia e antropologia”.

ll percorso espositivo percorre l’evoluzione del lavoro evidenziando l’evoluzione nel lavoro di Roy Linchtestein rispetto alla riproducibilità meccanica dell’opera d’arte, di forse il più sofisticato interprete cui è stato. L’arte di Roy Lichtenstein sofisticata, ma subito riconoscibile al primo sguardo, la quale ha incantato e fatto sognare intere generazioni di creativi: dalla pittura alla pubblicità, dalla fotografia al design, e il suo potere  artistico è ancora molto forte e seduttivo tutt’oggi .

Descrizione foto:

Foto 1 Amarind  Landscape Tapestry 1979/ 1979-1985 Lana ( tappeto con intreccio  a pelo lungo) 274.3x370.8 cm The Roy Lichtenstein Foundation Collection

Foto 2 Hot Dog 1964 Smalto porcellanato su acciaio 62x122 cm The Sonnabend Collection  and Antonio Homem

Foto 3Thunderbolt 1966 Striscione in feltro 256.54x113.03 cm Collezione privata Courtesy of Sonnabend Gallery, New York

Foto 4 This Must be the Place  1965 Litografia offset a colori Collezione private Courtesy of Sonnabend Gallery, New York

Foto 5 Sunrise 1965 Litografia offset a colori Courtesy of Sonnabend Gallery, New York

Foto 6 Moonscape 1965 Serigrafia su Rowlux  50.6x60.8 cm Collection Lex Harding

Foto 7 Brushstroke 1965 Serigrafia su spesso foglio di carta bianca 58.4x73.6 cm Collezione privata Courtesy of Sonnabend Gallery  , New York

Foto 8 Catalogo mostra

 Mudec Via Tortona 56 Milano  “Roy Lichtenstein Multiple Visions” fino all’8 settembre 2019. Orari: Lubnedì 14,30-19,30; Martedì- Mercoledì –Venerdì - Domenica 9,30-19,30; Giovedì - Sabato 9,30-22,30. Apertura straordinaria:15 Agosto (Ferragosto) 9,30-19,30. Informazioni Telefono +39 02 88463724

 

 

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo