Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Terza Pagina

Così sia fatto!

Sull’importanza di decidere e di andare sino in fondo

15 Giugno
08:30 2019

Che cosa accomuna Ramses II, Giulio Cesare e Napoleone Bonaparte?

Quale il legame fra Dario Re di Persia, Ferdinando di Aragona e i Comandanti Eisenhower e Montgomery che guidarono lo sbarco delle truppe alleate in Normandia?

Appunto il fatto di comandare… e, prima ancora di comandare, quello di saper decidere.

In battaglia, celerità e risolutezza sono caratteristiche fondamentali per sconfiggere l’avversario: occorre certo sapersi adattare alle condizioni mutevoli dello scenario, ma allo stesso tempo serve perseguire senza tentennamenti un piano stabilito a monte.

Come si insegna nei corsi degli Istituti militari, la pianificazione strategica di una manovra deve – prima di essere messa in campo – vagliare pro e contro di tutte le tattiche adottabili. Nulla è lasciato al caso, e mosse e contromosse sono studiate anzitempo, così da minimizzare il rischio di essere sconfitti per eventi risolvibili quando ponderati con anticipo.

Seguendo questo copione, se il lavoro di studio è stato condotto con dovizia, il dispiegamento in campo delle forze diviene la concretizzazione di una battaglia già vista e programmata, il cui esito in quanto tale tende a propendere sensibilmente verso la riuscita.

Perno cruciale dell’argomentazione è appunto quello della fermezza: gli scenari possibili vengono discussi e sovvertiti, gli imprevisti scovati e risolti, ma quando si decide… si decide…, e il comando diviene un obiettivo granitico e irremovibile cui tendere senza arretramenti.

Per la truppa-Italia si prospettano mesi di lotta e di negoziazione (che poi è anch’essa una lotta, ma a tavolino), durante i quali risulterà fondamentale ben conoscere noi stessi, i nostri conti e gli interlocutori con cui ci fronteggeremo.

E se la Politica può e deve essere considerata lo Stato Maggiore della rappresentanza popolare e dell’azione legislativa e amministrativa, ci si augura che – vagliando prima numeri, carte e codicilli – la decisione sia sempre quella di andare fino in fondo.

Nel maggiore interesse dei Cittadini e di quel bene collettivo che tutti dovremmo imparare a perseguire.

 

(Immagine in copertina tratta da Counseling Italia)

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo