Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Terza Pagina

Siamo sempre in due…

Razionalità e Inconscio: un dualismo ineliminabile

24 Giugno
09:00 2019

Certo ciò che caratterizza l’essere umano rispetto alle altre specie animali è l’esercizio della Razionalità, che nel corso di un lungo e tortuoso cammino evolutivo ha fatto del Sapiens Sapiens un essere pensante.

Tuttavia siamo realmente sicuri di poter dominare la nostra parte più istintiva, imbrigliandola nelle maglie strette e regolari della Logica?

Non si tratta di misticismo, né di scarsa convinzione nel pensiero scientifico, ma è un fatto che i meccanismi più profondi e intimi della mente siano per la gran parte un’enigmatica matassa non dipanabile dalla Razionalità. Si tratta per l’appunto del nostro Inconscio, ovvero di quanto non si può conoscere con il pensiero logico, perché semplicemente illogico (o, in termine tecnico, analogico).

Eppure questa componente, tutt’altro che minoritaria, si nutre delle emozioni della nostra vita, orientando e influenzando sottobanco anche quelle decisioni che noi riteniamo rigorose e ragionate. Spesso l’umanità ritiene di essere presente e attenta, calata in una realtà socio-individuale di cui controlla consapevolmente tutti i meccanismi: e invece ciò che si sa corrisponde solo alla punta di un iceberg.

Sotto esiste tutta una massa sommersa, che può essere portata a galla unicamente rovesciando il punto di vista, e cominciando a ragionare con le emozioni. In questo risiede il potenziale straordinario della Comunicazione, anche e soprattutto non verbale, attraverso la quale quell’ego inconscio dentro di noi dialoga con l’esterno. Manifestandoci le sue criticità ed esigenze.

Siamo sempre in due: di qui la necessità di sapersi ascoltare.

 

(Immagine in copertina tratta da alessiamirabelli.it)

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo