Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca

Alternanza scuola-lavoro

Meno della metà dei maturandi ne ha potuto parlare all'esame

5 Luglio
09:30 2019
Nove su dieci degli studenti che hanno affrontato quest'anno l'esame di maturità, stante ai dati ufficiali degli istituti, hanno completato il monte ore stabilito di Alternanza Scuola-Lavoro. Un percorso che ha subito anche il diverso approccio a questa modalità di "formazione duale" dell'attuale governo rispetto ai precedenti, ma che ha visto confermato un alto livello di interesse un po' in tutti gli indirizzi.
 
Al "successo" non è corrisposto un interesse da parte delle commissioni esaminatrici rispetto alle esperienze maturate dai ragazzi. Un sondaggio di Skuola.net , riproposto anche da Tg Com24, ha descritto una situazione così riassunta: "la rivisitazione di questo strumento non sempre si è tradotta in argomento di esame come sarebbe stato previsto dalla riforma. Le commissioni sembrano essersi spese poco su questo argomento, preferendo approcciare in altro modo. Solo il 48% dei maturandi ha avuto l’opportunità di presentare la propria relazione nei dettagli, il 36% l’ha accennata, il 16% non l’ha neanche sfiorata".
 
Da un recente articolo su "Orizzonte Scuola", poi, ricaviamo anche una fotografia qualitativa: "le esperienze sono state in molti casi un ponte effettivo fra scuola e lavoro. Secondo il sondaggio, il 36% ha trascorso più di 15 giorni in una realtà lavorativa esterna al proprio istituto e solo il 27% dei maturandi 2019 ha affermato di non essersi mosso da scuola. I dati sono ancora più significativi se si esaminano quelli dell’ultimo anno. Il 61% è entrato a contatto con almeno una realtà lavorativa, il restante 39% ha potuto conoscere e frequentare più contesti. Quasi la metà (42%) dei maturandi che si è spostata da scuola è stata accolta da aziende private, poco sotto (32%) c’è la pubblica amministrazione; gli enti no profit sono stati scelti solo dal 7%.".
 
Un quadro articolato e poliedrico che lascia ancor più l'amaro in bocca nell'apprendere che nemmeno la metà dei maturandi ha avuto l'opportunità di parlarne all'orale.
 
D.C.
 
(Immagine in copertina tratta da CorriereUniv.it)

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo