Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura

Casale Monferrato (AL) ricorda il pittore del Monferrato Angelo Morbelli

Non solo quadri ma anche molte fotografie d’epoca che ritraggono il pittore rimasto legato allo splendido paesaggio monferrino

16 Luglio
09:30 2019

La scelta del particolare del quadro “il telegramma” del 1915  riprodotto sulla copertina del catalogo: ”Angelo Morbelli. Pittore del Monferrato” edito dalla casa editrice Sagep Editori, è il richiamo  per la mostra  organizzata dal Comune di Casale Monferrato, Museo Civico, e da Energia s.r.l. Led, sostenuta dal Comune di Rosignano Monferrato, Cosmo S.p.A., Associazione Amici del Museo, Associazione Orizzonte Casale e Lions Club Casale Marchesi del Monferrato, allestita al Museo Civico di Casale Monferrato fino al 29 settembre 2019, per celebrare il centenario della scomparsa grande pittore.

Il progetto espositivo di Casale Monferrato, intende anche omaggiare l’opera di Morbelli, valorizzando il tema della pittura di paesaggio a cui era dedicato durante i soggiorni del Monferrato, ritornando nella casa di famiglia  in Villa Maria presso la Colma di Rosignano.

Il Sindaco di Casale Monferrato Titti Palazzetti:Celebrare Morbelli nel centenario della morte significa per noi riscoprire la vita quotidiana di fine secolo nella sua semplicità e durezza e rivisitare il nostro paesaggio cogliendone il fascino segreto e struggente”.

Il legame con il Monferrato e Morbelli è molto radicato, ne sono testimonianza le tele che ha lasciato come testamento artistico che ancora oggi  testimoniano questo legame con il paesaggio monferrino. Il pittore Angelo Morbelli, soprattutto nei mesi estivi  lasciava la sua città che l’aveva adottato Milano, per soggiornare nella casa di famiglia con il suo grande e bel giardino presso la Colma,  e vi trascorreva lunghi periodi circondato dai familiari e dagli amici che gli facevano visita tra cui Giovanni Segantini, Giovanni Fattori, Emilio Longoni, Giuseppe Pelizza da Volpedo, Plinio Nomellini  e Leonardo Bistolfi, la testimonianza e rinvenibile nel fregio monocromo  che il pittore Giovanni Sottocornola, ha dipinto, sui due lati esterni della villa di Rosignano (cioè i loro ritratti). Morbelli non amava molto  dipingere en plein air, qualche volta  faceva uso della fotografia come supporto alla creazione artistica dell’opera, prodotte dal fotografo Francesco Neri che anche lui era un intimo amico di Morbelli .    

 Daria Carmi Assessore Cultura e Turismo Casale Monferrato:

In occasione del centenario della morte di Angelo Morbelli moltissime  iniziative in Italia e nel mondo sono state o si stanno realizzando e lo consacrano autore fondamentale per la storia dell’arte internazionale e grande protagonista del divisionismo”.

La mostra è arricchita anche  di  stupende fotografie d’epoca che ritraggono l’artista e i luoghi   da lui ritratti,  un’occasione per ammirare i dipinti  di Angelo Morbelli  che da oltre un ventennio sono esposti  al Museo Civico, frutto di deposti temporanei di privati. Il visitatore in questa occasione potrà ammirare anche le opere che raramente vengono esposte:” Distendendo i panni al sole” del 1916; “Colline del Monferrato”(1917), “Il telegramma” (1915), “Un angolo del giardino alla Colma” (1916), “Lo spaccalegna”(1881-84), “Strada del Monferrato con il castello di Uviglie”(1873)

 Accompagna  la mostra  un catalogo edito dalla Sagep Editori (pp. 63 riccamente illustrato € 20.00). Il testo contiene saggi di: Annita Rosso, Roberto Morbelli, Stefano Bosi, Alessandra Montanera, Aurora Scotti, Cinzia Lacchia.

Angelo Morbelli alessandrino di nascita e milanese d’adozione, e tra i maggiori protagonisti dell’arte italiana fine Ottocento, gradatamente adotta la scomposizione dei colori e abbraccia il Divisionismo diventando solidale con Leonardo Bistolfi e Giuseppe Pelizza da Volpedo. Si dedica quindi a dipingere i paesaggi delle risaie del casalese, essendo il padre originario di Casale Monferrato  e la madre alessandrina.

Descrizione Foto

Foto copertina catalogo della mostra   

Foto 1 “ Strada del Monferrato con il Castello di Uviglie”1873 Olio su tavoletta cm 9,8x18,4 Collezione privata

Foto 2  “La Cascina” 1878 Olio su tela cm 31x49  

Foto 3 “Luce sulla laguna” 1888-1890 olio su tavola cm 12x19

Foto 4 “Il bottone”,  1907pastelli contè  su carta  cm 86x70

Foto 5  “Nuvole sul ghiacciaio” databile attiro  al 1910  Olio su tavoletta, cm 14x23

Foto 6 “il telegramma”1915 Olio su tela cm 42,5x678,5, Collezione privata  courtesy Galleria Bottegantica Milano

Foto 7 “Un angolo del giardino alla Colma” 1916  Olio su tela cm 33,5x49, Collezione privata, courtesy Galleria Bottegantica - Milano

Foto 8  “Distendendo i panni al sole” 1916 Olio su tela cm 43,5x62 Collezione privata, courtesy  Galleria Bottegantica - Milano

Foto 9 “Colline del Monferrato” 1917  Olio su tela cm 40x56,5, Collezione privata, courtesy Galleria Bottegaantica - Milano

Foto10 “Vasi di gerani” 1919  Olio su tavola  cm 29x39. Si tratta probabilmente di una delle vedute della Val d’Usseglio frequenti negli ultimi anni di vita del pittore.

Casale Monferrato Museo Civico “Angelo Morbelli” fino al 29 settembre 2019. Orari: giovedì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,30;venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10,30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo