Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Politica Locale

Regione Piemonte. L’intervento sull’orientamento scolastico

A tutela di tutti i territori piemontesi

Assessore regionale alla Formazione Professionale, Elena Chiorino
27 Luglio
11:00 2019

«Bene le razionalizzazioni, ma non se penalizzano territori e qualità».

Con queste motivazioni l’assessore regionale alla Formazione Professionale, Elena Chiorino, ha deciso di modificare la «D.D. 9 luglio 2019, n. 963» relativa al «Sistema regionale di interventi per l'orientamento a supporto delle scelte e delle transizioni Periodo 2019-2022».

Il bando, in particolare, va a regolamentare e finanziare l’orientamento scolastico  rivolto agli adolescenti e giovani (fascia di età 11-22 anni) nei percorsi di scelta e transizione riguardanti la scuola secondaria di 1° e 2° grado, la formazione professionale, l’università e il mercato del lavoro.

Il documento, costruito nei mesi scorsi, prevede una razionalizzazione degli enti operanti nei 3 Ambiti regionali (Novarese, Vercellese, Biellese e Verbano Cusio Ossola; Astigiano e Alessandrino e Cuneese) dei soggetti formativi coinvolti, «a detrimento - secondo l’assessore- di accreditati e collaudati soggetti più piccoli che negli anni hanno sempre garantito qualità ed efficienza».

 «Ho raccolto preoccupazioni e malumori da quel “virtuoso sistema provincia” che noi vogliamo mettere nuovamente al centro della politica regionale - ha poi proseguito l’assessore - ed ho agito di conseguenza, facendo inserire le modifiche necessarie per far sì che venga garantita la capillarità dell’offerta in tutti i territori».

«Gli aggiustamenti necessari che ho voluto inserire garantiranno - conclude Chiorino - efficienza della spesa pubblica nel pieno rispetto delle eccellenze formative locali, che non possono essere penalizzate da mal metabolizzati ed ancor peggio realizzati principi di razionalizzazione.  Quel tempo è cambiato».

 

 

Condividi l'articolo

Articolo riportato da

Commenti all'articolo