Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Politica Locale

Regione Piemonte. L'orgoglio dell'appartenenza

Prosegue in Aula il dibattito sulla richiesta di maggiori forme di Autonomia

5 Agosto
08:30 2019

Prosegue in Consiglio Regionale il dibattito sul riconoscimento di maggiori forme e condizioni particolari di autonomia per il Piemonte. A seguito dell'approvazione di un Ordine del Giorno presentato dalla Lega, è stata istituita una Commissione permanente che dovrà occuparsi del tema, caldeggiando altresì un celere interessamento operativo da parte del Governo nazionale. L'auspicio è quello di dar forma a una regione sempre più "a misura dei Piemontesi" che, nel rispetto della Costituzione e delle normative vigenti, valorizzi le risorse del Territorio e, soprattutto, l'orgoglio di farne parte.

Riceviamo e pubblichiamo un Comunicato Stampa che dettaglia le ultime novità in proposito.

 

*********

 

L'impegno della Lega per l'Autonomia e la Legalità si è concretizzato con l'approvazione di un Ordine del Giorno che impegna il Consiglio Regionale a istituire due Commissioni permanenti, una per l'Autonomia del Piemonte e una per la Legalità.

La Commissione permanente per l'Autonomia permetterà di individuare in tempi stretti un'intesa da sottoporre al Governo nazionale per il riconoscimento alla Regione Piemonte di forme e condizioni particolari di autonomia. Il Piemonte sarà così la prima Regione italiana ad avere sul tema autonomia una commissione permanente. "È un grande risultato quello raggiunto Giovedì 1° Agosto", così Alberto Preioni, Presidente del Gruppo Lega Salvini in Regione. "Il Consiglio Regionale potrà finalmente aprire un confronto con tutte le parti coinvolte, dagli enti locali alle associazioni di categoria, per scaldare il cuore di tutti i Piemontesi, affidando all’ente più risorse e competenze che meritiamo di avere. Ora Lombardia e Veneto non saranno più soli al tavolo del Governo, anche noi potremo finalmente aprire la trattativa che porterà a un Piemonte più autonomo ed efficiente. Vogliamo sottolineare che l'O.d.G. è stato votato da tutta la Maggioranza e dal Movimento 5 Stelle. Auspichiamo che questo voto possa essere d'aiuto per far comprendere anche ai loro colleghi romani l'importanza dell'autonomia. Per quanto riguarda l'stituzione della Commissione permanente per la promozione della Legalità e il contrasto dei fenomeni mafiosi, riteniamo che il tema debba impegnare l'attività normativa regionale nel suo complesso”, ha concluso Preioni.

Chiude le dichiarazioni il Consigliere Regionale Andrea Cane, già promotore nelle scorse settimane dell'O.d.G./Mozione che di fatto chiede l’approvazione dell’Autonomia con velocità, quale richiesta che arriva direttamente dagli Enti locali: "Finalmente un passaggio istituzionale pratico e incisivo, dopo tanti anni di immobilismo da parte della Sinistra. Quel "non agire" che ho purtroppo dovuto rilevare anche durante l'ultimo Consiglio Regionale, quando tutta la Sinistra, a differenza dei colleghi 5 Stelle che hanno votato a favore, ha bocciato per l'ennesima volta in Aula questa proposta che di fatto avvia un processo di radicale cambiamento per la nostra Regione. Dalle parole ai fatti: l'obiettivo che vogliamo portare a termine, oltre a una maggiore solidità economica, è anche di rendere sempre più orgogliosi i Piemontesi di appartenere alla nostra Regione, che da troppi anni viene definita di serie B rispetto per esempio a Lombardia e Veneto, che hanno beneficiato di Amministrazioni ben più efficienti e coraggiose. È arrivato il tempo di riportare il Piemonte ai fasti di un tempo, senza più vedere per esempio i giovani che scappano verso l'estero: personalmente dagli Enti locali più piccoli come la mia Ingria fino alla più grande Torino, mi impegnerò per i prossimi 5 anni affinchè tutte le nuove generazioni siano fiere di abitarli"!

 

(Immagine in copertina tratta da cr.piemonte.it)

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo