Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Politica Locale

Torino - Scuola: l'ambiente ..... giustifica le assenze

Ancora un rinvio per l'ora settimanale di educazione civica

30 Settembre
08:30 2019

"L'importanza che questo governo attribuisce alla scuola e agli insegnamenti da questa impartiti risulta evidente dalle parole del ministro Fioravanti. Giustificare le assenze dei partecipanti alle manifestazioni ambientaliste è uno schiaffo in faccia agli insegnanti, che avrebbero il compito di far conoscere ai ragazzi gli strumenti con cui difendere veramente l'ambiente, e uno schiaffo anche a quegli studenti cresciuti con la convinzione, a differenza del Ministro, che il loro dovere sia quello di andare a scuola, ottenere buoni risultati ed imparare ad essere buoni cittadini del domani”.

Così Carlo Emanuele Morando, Coordinatore Nazionale Movimento Studentesco Padano Piemont, ha commentato le dichiarazioni ministeriali a corona delle iniziative ambientaliste degli studenti italiani, fenomeno altresì dilagante in molti altri Paesi, che rappresentano il sostegno a ciò che rinnega, anche se saltuariamente, lo scopo fondamentale della scuola che sta nell’educazione civica, a 360°, materia di insegnamento che stava per essere reintrodotta ed è stata prontamente bloccata dal

“Consiglio superiore della Pubblica istruzione, il cui parere è obbligatorio per provvedimenti simili. Il Consiglio però lo ha bocciato all’unanimità, spiegando che non ci sono i tempi tecnici sufficienti per introdurre la disciplina, e che avviare così frettolosamente la sperimentazione metterebbe in difficoltà le scuole. La sperimentazione comincerà invece nel settembre del 2020”.

“Certo – chiosa Morando - l'impegno in favore dell'ambiente è importante, ma c'è tempo per dedicarvisi al sabato o alla domenica. Altrimenti si giustifichino anche i ragazzi che vanno a trovare i nonni nelle case di riposo, che fanno volontariato, che frequentano gli scouts, che si impegnano in politica o nell'associazionismo. In generale che facciano qualsiasi cosa degna di merito in orario scolastico”.

Il Coodinatore MPS insiste ricordando, per l’appunto, come l'insegnamento dell'educazione civica in orario curricolare, voluto dall'ex ministro Bussetti fosse per dare importanza all'istituzione scolastica e ai temi trattati.

Carlo Emanuele Morando ci ha unitamente ricordato le considerazioni del deputato leghista Luca Toccalini, coordinatore Federale Lega Giovani, il quale ha voluto evidenziare:

"Non bastava la pazza idea di tassare le merendine, mettendo le mani in tasca degli studenti e delle famiglie che già sostengono costi altissimi per libri, trasporti e materiale scolastico. Il Ministro Fioramonti, con una circolare inviata a tutte le scuole, legalizzera' una bigiata di massa. I nostri studenti parteciperanno alle manifestazione Fridays for Future assumendosi le loro responsabilita' e con il permesso dei genitori, se minorenni. Nella circolare avrebbe potuto chiedere alle scuole di sensibilizzare il tema, vista la grande mobilitazione, invece di fare proposte senza senso come questa. Il Ministro sta prendendo le sembianze di Toninelli".

In effetti il problema dell’ambiente esiste, ma non solo da oggi per cui questa improvvisa e repentina evoluzione di un “gravissimo dramma per l’umanità”, finora messo da parte, fa anche pensare ad una mossa opportunistica di chi cavalca, solo quando serve ai singoli e non alla comunità, argomentazioni che improvvisamente mettono il mondo di fronte all’autodistruzione dimostrando, ancora una volta, l’ipocrisia di chi sa e finge di non sapere.  

immagini: ANSA

    

 

Condividi l'articolo

Rubrica di

Commenti all'articolo