Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Tecnologia

Milano - Il CSI Piemonte e la Cittą di Torino vincono gli NC Digital Awards

Con il portale e la campagna Torinofacile

10 Ottobre
13:00 2019

Il CSI Piemonte e la Città di Torino vincono gli NC Digital Awards con il sito e la campagna di comunicazione Torinofacile nella tipologia “siti istituzionali”.
 

La proclamazione dei vincitori del concorso, considerato l’Oscar italiano della creatività e della comunicazione digitale, è avvenuta  al Talent Garden Calabiana di Milano durante la cerimonia di premiazione in cui erano presenti i principali esponenti dell’industry della digital communication italiana.
 

Le 209 campagne in gara sono state valutate da una giuria di qualità composta da 48 manager delle più prestigiose aziende investitrici in comunicazione e dai rappresentanti della creatività digitale del nostro Paese e delle associazioni del settore. I progetti sono stati giudicati e premiati nella loro completezza in termini di ideazione, esecuzione e pianificazione.
 

Il sito e la campagna di Torinofacile hanno vinto il premio nella tipologia "siti istituzionali", davanti a AIRC Digital Platform di Caffeina per AIRC (2° posto) e TIM – The History of Connection di TIM (3° posto).
Per Marco Pironti, Assessore all’Innovazione della Città di Torino.

“non si può che essere soddisfatti quando si ricevere un riconoscimento come gli NC Digital Awards, che attesta quanto il proprio lavoro sia risultato eccellente e utile alla comunità. Se poi, come nel caso di Torinofacile, ad essere premiato è un prodotto che ha contribuito a innovare il modo di offrire servizi da parte della Pubblica amministrazione e di cui i cittadini hanno tratto evidente beneficio, alla soddisfazione si aggiunge l’orgoglio per essere stati protagonisti di una esperienza, di un progetto, come si usa dire per evidenziarne le caratteristiche e la valenza, innovativo e ad impatto sociale. Una delle chiavi del successo di Torinofacile – evidenzia Pironti - è rappresentata proprio dall’essere uno strumento di impatto sociale, cioè utile ai cittadini nella vita quotidiana nella quale, non di rado, sono chiamati ad interagire con la Pubblica Amministrazione. Rapporto non sempre semplice a causa di ostacoli e vincoli insiti nei processi della burocrazia ma che, proprio con servizi digitali come quelli offerti da Torino Facile, possono essere superati senza difficoltà. Occorre sempre trovare un equilibrio tra quanto le tecnologie possono proporre e quanto di questa offerta i cittadini possono fruire con semplicità – spiega l’assessore -  Da questo punto di vista, Torinofacile ha vinto questa sfida perché è capace di assicurare, in modo intuitivo, la fruizione di una vasta gamma di prestazioni. Un apprezzamento per questo portale di servizi online al cittadino realizzato dal CSI Piemonte e per l’efficacia della sua campagna di comunicazione è senza dubbio testimoniato dagli 850mila accessi registrati negli ultimi nove mesi. Un risultato importante, che ci incoraggia a proseguire il nostro impegno nella ricerca e nell’adozione di soluzioni innovative a misura di cittadino”.

Il portale Torinofacile, realizzato dal CSI, è una vera e propria porta d’ingresso a tutti i servizi digitali della Città che permette di comunicare con l’Amministrazione dal computer o dallo smartphone, 24 ore su 24. I cittadini possono fare il cambio di residenza, interrogare il portale sull’iter di una pratica edilizia, ricevere informazioni tributarie o anagrafiche personali, iscrivere i figli al nido, pagare contravvenzioni e prenotare appuntamenti presso gli uffici comunali. E ancora ricevere comunicazioni dal Comune, come ad esempio l’avviso sulla data di scadenza della carta di identità.
 

On line nella nuova versione da gennaio 2019, il portale è stato promosso attraverso una campagna di comunicazione ideata dal CSI Piemonte, che si è declinata in un video promozionale, affissioni cittadine, presenza in stazioni metropolitana e ferrovie, pubblicità dinamica su tram e bus, maxi impianti, pubblicità su quotidiani, spot radio e presenza sui social.
 

Da gennaio a settembre 2019 sono stati registrati circa 850.000 accessi al portale, di cui 232.000 con Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, che permette di accedere a tutti i servizi on line della PA con un'unica Identità Digitale (username e password). Tra quelli più utilizzati con 210.000 accessi troviamo Mio Torinofacile che permette al cittadino di accedere ai suoi dati, dalle informazioni anagrafiche a quelle tributarie, e ricevere le notifiche sul suo smartphone, senza recarsi agli sportelli comunali. A seguire il servizio di consultazione delle pratiche edilizie con 100.000 accessi, CertificaTo che consente di stampare, o salvare sul pc, un certificato anagrafico o di stato civile fino al servizio di iscrizione ai nidi d’infanzia che permette alle famiglie di iscrivere i propri figli direttamente on line e verificare le graduatorie.

“Questo prestigioso riconoscimento testimonia un passaggio importante nella collaborazione con la Città di Torino”

sostiene Pietro Pacini, Direttore Generale del CSI Piemonte.

“Oltre alla realizzazione di un portale all’avanguardia, per la prima volta il Consorzio ha lavorato come una vera e propria agenzia di comunicazione, curando l’ideazione, la realizzazione e la diffusione su tutto il territorio cittadino della campagna “Torinofacile, tutta tua la città. Un lavoro di squadra efficace e vincente che ha portato risultati concreti e che dimostrano le potenzialità e il valore aggiunto del nuovo CSI che stiamo costruendo”.
 

“Uno degli obiettivi della mia presidenza era quello di invertire la rotta del CSI – conclude Claudio Artusi, Presidente del CSI Piemonte – riportandolo nella posizione di prestigio che gli compete per storia e professionalità. Oggi è uno di quei giorni in cui tutti insieme possiamo dire di esserci riusciti, perché un premio come questo testimonia non soltanto la nostra capacità tecnica nella realizzazione di un sito all’avanguardia, ma anche la nostra bravura comunicativa, grazie a una campagna che ha contribuito a far aumentare esponenzialmente gli accessi".

Condividi l'articolo

Rubrica di

Commenti all'articolo