Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura

Nel 1929 la prima crociera turistica nella Somalia italiana

Un viaggio alla scoperta della pił remota colonia italiana

15 Novembre
12:00 2019

È del 1929 la partenza della prima crociera turistica della C.IT.RA. “Compagnia Italiana Transatlantica” nella più remota colonia italiana, la Somalia.

Lunedì 5 agosto alle ore 22:00, da Genova partiva il piroscafo Giuseppe Mazzini per il “Viaggio di propaganda indetto dalla compagnia italiana turismo sotto gli auspici di S.E. il Governatore della Somalia Italiana”. Il 23 sbarcarono a Mogadiscio dove vennero accolti dal Governatore Guido Corni. Visitarono la villa di Afgoi, la SAIS al Villaggio Duca degli Abruzzi, l’Azienda Agricola Sperimentale di Genale ed infine Chisimaio da dove, il 2 settembre, fecero rientro in Italia.

Potete leggere tutta la storia della prima crociera turistica in Somalia nel dossier “Come l’Italia fascista accoglieva i turisti in Africa” della collana storico-coloniale "Romanamente" ordinabile via mail a ilfarodimussolini@libero.it

I croceristi arriveranno a Mogadiscio con il seguente equipaggiamento consigliato:

“Due completi di tela bianca, un completo sport di tela kaki, stivaloni, elmetto coloniale, occhiali da sole, vestito da sera (per gli uomini smoking e dinner jacket)”.

Rientrarono definitivamente a Genova venerdì 20 settembre. Il biglietto costò ai gitanti L. 10.425 in 1a Classe, L. 7.655 in 2a Classe e L. 5.500 in 2a Classe economica.

L’itinerario predisposto fu il seguente:

18 agosto, Aden; 19 agosto, Alula; 20 agosto, Hordio-Hafun; 22 agosto, Obbia; 23-25 agosto, Mogadiscio ed Afgoi; 26-27 agosto, Villaggio Duca degli Abruzzi e Mahaddei; 28 agosto, Mogadiscio; 29 agosto, Genale-Caitoi-Sigale-Merca; 30 agosto, Goluin e Bulomererta; 31 agosto, Vittorio d’Africa e Brava; 1° settembre, Gelib ed Alessandra; 4 settembre, Giumbo-Gobuin e Chisimaio; 5 settembre, Chisimaio.

ACQUISTA ORA a soli Euro 10,90 + s.p. il dossier “Romanamente – Come l’Italia fascista accoglieva i turisti in Africa” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

La crociera è ricordata da Augusta Perricone Viola nella pubblicazione “Mogadiscio – Somalia Italiana”, una rara pubblicazione scritta, redatta, stampata e pubblicata nel 1929 dalla Regia Stamperia della Colonia di Mogadiscio.

Con lirismo così ce la ricorda: “Ed oggi che non solo il telegrafo e la stampa dicono e parlano del lavoro che con fede quaggiù, tanto lontani, viene compiuto, ma che la prima gita turistica apporta a noi dei fratelli ormai convinti della necessità di formarsi una coscienza coloniale, immedesimandosi di amore per le nostre colonie, colla conoscenza e la visione delle loro bellezze e delle loro risorse, siamo orgogliosi di mostrare ad essi, che le guarderanno con occhi di ammirazione e di fierezza nazionale, e che sapranno ridirlo in Patria, tutto il dinamico lavoro compiuto dalla mente di governanti e dall’opera dei collaboratori e potranno constatare come in nessun altro luogo quanto in questa terra lontanissima, gli Italiani abbiano saputo rendere saldo il loro spirito ed il loro cuore, colla forza e colla volontà del Fascio, e come ogni giorno sappiano vincere, guidati da una mente eletta, per la Bandiera e per le sacre Insegne”.

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo