Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Politica Locale

Regione Piemonte - Gli impegni assunti dall’assessore Icardi, in visita agli ospedali di Vercelli e di Ovada

Giornata fitta di incontri promettenti

22 Novembre
08:00 2019

“Salvaguardiamo il modello di Sanità del Territorio, andando incontro alle legittime aspettative dei cittadini”

Giornata  fitta di incontri promettenti dell’assessore alla Sanità del  Piemonte Luigi Genesio Icardi, in visita negli ospedali del Piemonte. A Vercelli dovrebbe trovare soluzione l’annosa discrepanza riguardante le cure ai malati oncologici.

“Con la cancellazione dall’atto aziendale della scritta “oncologia senza posti letto”, sarà finalmente rimosso l’ostacolo che in questi anni ha impedito il ricovero in reparto degli assistiti che effettuano le terapie oncologiche. A breve, quindi, la Regione potrà attivarsi per garantire i posti letto necessari, andando incontro a una reale e legittima necessità del territorio”.

Così l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, nella conferenza stampa convocata ieri all’ospedale di Vercelli per annunciare le novità riguardanti il reparto di Oncologia.

Al suo fianco, il presidente della Commissione Sanità del Consiglio regionale del Piemonte, Alessandro Stecco: “Abbiamo sollecitato l’intervento dell’assessore per dare una risposta alle aspettative dei cittadini vercellesi che da molti anni chiedono, dopo aver avuto accesso alle terapie oncologiche, di non essere costretti a ricoverarsi in altri reparti per la necessaria assistenza connessa alle prestazioni ricevute. A fronte di ottimo personale sanitario, in questi anni il malato oncologico a Vercelli ha visto sparire i letti di degenza con personale dedicato, difficoltà nell'intraprendere un percorso diagnostico e terapeutico completo e persino la scomparsa delle indicazione dalla cartellonistica informativa. Ci sono state molte mobilitazioni dei cittadini… ricordo la fiaccolata nel piazzale all'ingresso dell'ospedale, la raccolta firme del Comitato Salviamo l'Ospedale, i numerosi interventi a tutti i livelli, compreso l'Ordine dei medici. Ringrazio l’assessore che in pochi mesi è riuscito a sbloccare la situazione. Certamente si tratta di una buona notizia per il territorio che mi onoro di rappresentare assieme al consigliere Dago».

L’altro impegno di rilevanza per il territorio, assunto dall’assessore Icardi, riguarda l’ospedale di Ovada.

“Con il nuovo direttore generale lavoreremo per consentire il miglioramento dei servizi della Sanità a Ovada, senza sacrificare nessuna struttura, ma ragionando sulla valorizzazione di quanto esiste, che rappresenta un patrimonio di tutto rispetto per il territorio”.

Così l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, al termine della visita di stamattina ad Ovada, dove ha incontrato il sindaco Paolo Lantero e i responsabili delle strutture e associazioni sanitarie locali, tra cui Paola Varese, Pasquale Toscano e Mauro Rasore, insieme al consigliere regionale Diego Poggio, con i quali ha visitato l’ospedale e fatto il punto sulla situazione della Sanità locale.

“L’ospedale di comunità gestito dai medici di famiglia ad Ovada – osserva Icardi - rappresenta una nuova frontiera dell’assistenza sul territorio verso la quale non possiamo che spalancare le porte della programmazione, così come per il modello di oncologia che qui risulta ottimamente integrato con il territorio. La sfida è costruire una rete strutturata, con rapporto di continuità assistenziale e decentramento della chirurgia ambulatoriale complessa. In quest’ottica, sarà importante attivare la sperimentazione fisiatrica, salvaguardando il Pronto soccorso e la radiologìa”.

 

 

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo